vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Vasto in musica/8. Ivo Di Stefano: cantautore o moderno cantastorie?

Più informazioni su

VASTO – Un nuovo appuntamento per Vasto in Musica. Questa settimana incontriamo Ivo Di Stefano, in arte Victor Fogg, probabilmente poco conosciuto ai più, ma che sta lavorando ad un progetto interessante, che potrà conquistarsi le simpatie di molti. Ascoltando una sua esibizione si rimane di certo affascinati, dal suo modo di porsi assolutamente disincantato, dal suo modo di raccontare le cose. Un mix tra un cantautore e un moderno cantastorie.

La storia di Ivo parte da Termoli, dove ha vissuto fino al 2003, quando si è trasferito a Vasto. Fino a quel momento il suo rapporto con la musica era legato a generi come new wave, punk, post punk, dark. Nel 2002 aveva formato insieme ad alcuni amici una band dark, di cui lui era il chitarrista. Lo spostamento a Vasto ha rappresentato per lui un anno di solitudine, soprattutto dal punto di vista musicale. “In questo anno, non conoscendo nessuno, mi sono dedicato principalmente alla composizione. Ho scritto tanto, registrandomi i pezzi a casa, chitarra e voce”. Dopo questo periodo conosce diversi ragazzi, molto attivi sulla scena musicale vastese. Tra questi Fabio Neri, di cui diviene inseparabile amico, Tony Francis e Lucio Coletti, che diventeranno i suoi principali collaboratori musicali.

Nel 2007 arriva una nuova svolta importante: Ivo, che nella vita quotidiana è un infermiere, si trasferisce per lavoro a Modena. Lui lo definisce “un vero e proprio auto-esilio, lontano da tutto e da tutti. Avevo voglia di fare questa nuova esperienza di vita”. Eppure la lontananza da Vasto si fa sentire. “Anche se vivo qui da non molti anni, sento questa terra come la mia, un legame che con Termoli, nonostante i 20 anni di vita, non si è mai creato. Quindi ho mollato tutto e sono tornato qui. L’esperienza modenese mi è però servita per crescere, soprattutto umanamente, ma anche la mia musica ne ha risentito. Ho trovato l’ispirazione per realizzare due lavori casalinghi, presentati col nome di Ivo in cassa 3”.

Allontanandosi dalle atmosfere new wave, anche se poi è quella la musica che Ivo ascolta ogni giorno (tanto da essere chiamato dai suoi amici “l’icona anni 80 di Vasto”), l’ispirazione per i nuovi brani è arrivata dall’electro-pop e dal cantautorato. “Inizialmente avevo l’idea di realizzare un concept sulla cinematografia. Impresa ardua, perché ero vincolato dallo scrivere testi seguendo idee già prefissate. Di questo progetto restano le introduzioni ai brani che propongo oggi, che sono l’audio di film che hanno fatto storia”.

La musica di Ivo diventa un progetto concreto, al quale oggi sa lavorando, sulla spinta degli amici che ascoltano le sue canzoni. Lo stile è quello del teatro-canzone, con la musica intermezzata da monologhi e battute. “Non essendo un virtuoso della chitarra, ho cercato dei collaboratori pazienti e fidati, per poter dare una giusta dimensione alla musica. In questo Tony Francis e Lucio Coletti sono fantastici, perché traducono perfettamente le mie idee. Ho avuto modo di presentarmi al pubblico in occasione del memorial Canelli e dell’happening a Palazzo d’Avalos e devo ammettere che ho avuto tanti riscontri positivi. Da questo ho tratto lo stimolo maggiore per continuare a scrivere e a mettere a punto qualcosa di originale. Chissà, l’idea del teatro-canzone, da poter proporre in chiave leggera anche nei locali, potrebbe essere apprezzata. Ho tanto materiale, accumulato negli anni. Si tratta di dargli una forma e proporlo”.

Il nome d’arte con cui Ivo si presenta oggi è Victor Fogg. “La spiegazione è molto semplice. Fogg è un omaggio a Phileas Fogg, protagonista del Giro del Mondo in 80 giorni, il primo libro che ho letto e che mi ha segnato profondamente (forse perché è stato l’unico?). Victor è un nome che mi piace molto, se avessi potuto scegliere io il mio nome, mi sarei chiamato Victor”.

Sulla pagina di rockit di Victor Fogg (qui ancora registrato col nome di Ivo in cassa3), si possono ascoltare i suoi brani.
http://www.rockit.it/album/10775/ivo-in-cassa-3-works-in-progress

Giuseppe Ritucci – giusepperitucci@yahoo.it

Più informazioni su