vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

"La Fabbrica di Nichi": no alla città satellite a Colle Pizzuto

Più informazioni su

VASTO – “Unanimemente contrari a entrambi i progetti”. E’ così che gli attivisti de La Fabbrica di Nichi di Vasto annunciano il loro no alla realizzazione della new town Colle Pizzuto e della centrale termoelettrica a Punta Penna.

I sostenitori di Vendola si sono riuniti per discutere delle due questioni spinose che la politica vastese deve affrontare: la città satellite per 3mila persone nell’area del Villaggio Siv, al confine con San Salvo, e l’impianto a biomasse su cui la Istonia Energy srl ha chiesto l’autorizzazione alla Regione Abruzzo.

“Dopo aver studiato i documenti in loro possesso – si legge nel comunicato finale – i partecipanti all’assemblea si sono dichiarati unanimemente contrari ad entrambi i progetti, considerandoli contrari ad ogni idea condivisibile di sviluppo di Vasto e del Vastese.

La centrale, infatti, verrebbe a nascere a poche centinaia di metri dalla riserva naturale di Punta Aderci, uno dei patrimoni naturalistici principali della zona e, benché provvista dei necessari certificati ambientali, con le sue emissioni danneggerebbe senz’altro il delicatissimo ecosistema della zona, nonché il turismo gravitante sulla spiaggia di Punta Penna.

In relazione al nuovo quartiere che dovrebbe nascere tra Vasto e San Salvo – spiega La Fabbrica di Nichi – la contrarietà è dovuta sia alla completa inutilità della costruzione di altre centinaia di appartamenti in una città nella quale ce ne sono ancora migliaia vuoti o in via di realizzazione, sia al completo stravolgimento del piano regolatore che il progetto comporterebbe”.

micheledannunzio@vastoweb.com

 

Più informazioni su