vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Acqua, oggi Consiglio provinciale. Pd: "Comuni decidano sulle bollette"

Più informazioni su

VASTO – Siano i Comuni a decidere sulle bollette dell’acqua che i cittadini devono pagare. Il Partito democratico chiederà oggi al Consiglio provinciale opporsi al progetto della Regione di creare un unico Ato sopprimendo gli enti d’ambito esistenti, tra cui il numero 6, che controlla e indirizza la gestione delle risorse idriche in 92 Comuni su 104 della provincia di Chieti.

La questione riguarda soprattutto Vasto, che lamenta i problemi maggiori: le riparazioni lungo le condotte colabrodo hanno superato quota 600 e d’estate la carenza idrica che si registra in diversi quartieri della città è figlia dell’inadeguatezza delle condotte. Un quadro a tinte fosche che si scuriscono ancora, se si aggiuge che le fogne, già vetuste da anni, scoppiano a ogni temporale. Come quello del 10 settembre scorso, quando fango e acqua hanno fatto danno e indotto il Comune a chiedere il riconoscimento dello stato di calamità.

Per le urgenze servono oltre 4 milioni e mezzo di euro, mentre per ristrutturare la rete non meno di 20. Soldi che potrebbero non arrivare mai con un unico ente gestito in modo centralistico: il timore è questo.

Se ne discuterà nel Consiglio provinciale di oggi. I rappresentanti del Pd Camillo D’Amico, Tommaso Coletti, Peppino Forte, Vincenzo Sputore, Antonio Tamburrino, Angelo Radica ed Enzo Tucci propongono di istituire 4 Ato, uno per provincia. I democratici chiedono che la Regione approvi la nuova legge, “salvaguardando la rappresentanza dei Comuni di minori dimensioni” e creando “una conferenza dei sindaci che sia convocata e presieduta dal presidente della Provincia e che eserciti funzioni consultive e di proposta sulle attività di programmazione, ivi compresa l’espressione di pareri obbligatori su atti fondamentali l’adozione e la modifica del Piano d’ambito, la determinazione delle tariffe, i provvedimenti di affidamento della gestione del servizio”.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su