vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Rapina al Monte dei Paschi, si indaga su filmati e testimonianze

Più informazioni su

VASTO – Gli investigatori analizzano i filmati della videosorveglianza per risalire all’identità dei rapinatori che ieri a Vasto hanno portato via 10mila euro dalla filiale di via Conti Ricci del Monte dei Paschi di Siena.

Dalle registrazioni delle telecamere piazzate fuori e dentro la banca, i carabinieri della Compagnia di Vasto provano a estrapolare qualche fermo immagine che consenta loro di identificare i due ignoti che intorno alle 13 si sono calati i berretti sulla fronte e hanno minacciato con un taglierino una cassiera, facendosi consegnare 10mila euro. In banca c’erano impiegati e clienti. Attraverso tre testimonianze raccolte, gli inquirenti cercano di ricostruire l’identikit dei rapinatori, di sicuro “giovani e italiani”, dice il capitano dei carabinieri, Giuseppe Loschiavo, che non aggiunge altro sulle descrizioni somatiche dei testimoni. “Fermi tutti, è una rapina!”. Hanno detto solo questo, a quanto pare senza particolari inflessioni dialettali. Sono ricercati da ieri anche nelle province vicine.  

La rapina. Ammonta a 10mila euro il bottino della rapina messa a segno oggi, intorno alle 13, nella filiale di Vasto del Monte dei Paschi di Siena, in via dei Conti Ricci. Nell’istituto di credito, in quel momento c’erano diverse persone, impiegati e clienti, due uomini col volto parzialmente coperto da berretti hanno fatto irruzione e gridato: “Fermi tutti, è una rapina!”. Uno di loro aveva in mano un taglierino.

“Dopo aver minacciato un’impiegata – scrive in una nota il capitano dei carabinieri, Giuseppe Loschiavo – si sono fatti consegnare il denaro contante depositato in un cassetto, fuggendo successivamente per le vie adiacenti facendo perdere le loro tracce. La somma asportata, in corso di quantificazione, si aggirerebbe intorno ai diecimila euro.
Sul posto, allertati dal personale della banca, sono intervenuti i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della locale Compagnia, i quali hanno effettuato i primi rilievi ed ascoltato alcuni testimoni.
I due individui, piuttosto giovani, sono italiani”.

Allertati i comandi delle forze dell’ordine delle province limitrofe perché prestino attenzione a persone sospette che viaggiano in macchina. Potrebbero essere i rapinatori.

Più informazioni su