vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Alinovi e Moretti: "Ora per i rapinatori è una passeggiata"

Più informazioni su

VASTO – “Venire a Vasto per fare una rapina è come venire a fare una passeggiata”. Lo dice Riccardo Alinovi (Udeur), commentando l’ultimo raid: 10mila euro rubati ieri alla filiale di via Conti Ricci del Monte dei Paschi. “Purtroppo, questa città è indifesa, è fragile. La politica deve dare risposte”, afferma il vice presidente del Consiglio comunale, secondo cui “il fenomeno criminalità a Vasto è evidente, alla luce del sole. Non bisogna negare l’esistenza dei problemi, che esistono: lo dimostrano negli ultimi giorni il tentativo di furto al bar Perrozzi di Vasto Marina e la rapina al Monte dei Paschi. Ribadisco stima per il lavoro delle forze dell’ordine, ma invito il prefetto, Vincenzo Greco, e il questore, Alfonso Terribile, ad affrontare in modo energico e risolutivo il caso Vasto, aumentando il personale dei corpi di polizia e coordinando i controlli, perché siano visibili sul territorio di giorno e di notte pattuglie in grado di restituire tranquillità ai cittadini”.

Ad Alinovi si unisce Stefano Moretti, di Azzurro per la libertà, chiedendo in un comunicato congiuto “l’immediato intervento del comandante generale dell’Arma dei carabinieri”, Leonardo Gallitelli, “e del ministro dell’Interno”, Roberto Maroni. “Tutti questi episodi – sostengono Alinovi e Moretti – si stanno verificando da quando a Vasto è stato approvato il nuovo Piano regolatore.
Ci sono dei politici che sono moralmente, politicamente e personalmente responsabili del degrado di questa città”. Intanto Michael Lusi, coordinatore dell’Aia, osservatorio antimafia d’inchiesta dell’Abruzzo, chiede al Comune di Vasto di istituire “una commissione permanente anticrimine”.

Più informazioni su