vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Elezioni, Del Prete: "Altro tempo per riflettere". Dialogo col Pdl?

Più informazioni su

VASTO – “Credo che queste due settimane siano decisive. Per questo è necessaria una ulteriore riflessione”. Nicola Del Prete non annuncia la sua candidatura a sindaco di Vasto. A sorpresa, l’inaugurazione della sede di Alleanza per Vasto, al piano terra degli ex palazzi scuolastici, lato piazza Rossetti, non è l’occasione per dire ufficialmente quello che tutti davano per scontato.

La decisione è maturata nelle ultime ore. Dopo che un articolo su Qui Quotidiano, il foglio politico diretto da Giuseppe Tagliente (Pdl) ha lanciato un amo che sembra rivolto proprio ad ApV e rappresenta “l’appello a tutti coloro che, in qualche modo, condividono, anche se da posizioni diverse, la necessità di superare Lapenna che incarna la desolazione di una mancata svolta per Vasto ed i vastesi”, è scritto sul giornale politico, che fa riferimento a un precedente editoriale in cui lo stesso Tagliente invitata il Pdl a dialogare con i movimenti civici. Due più due: difficile che la proposta sia rivolta a Massimo Desiati, con cui i rapporti si sono deteriorati da anni. Per di più, la candidatura a sindaco dell’ex assessore regionale non viene certo vista di buon occhio dal centrodestra ufficiale.

Alleanza per Vasto si ritiene, dunque, destinataria dell’appello proveniente dagli ambienti del Pdl. Tutto questo non c’è nelle dichiarazioni ufficiali di Del Prete e D’Alessandro, ma nella sede di piazza Rossetti la voce circola. E’ più di una voce. Anche perché è lo stesso leader a mettere i paletti verso sinistra: “Se il Pd fa scelte precostituite, magari ricandidando Lapenna o un’altra persona che ha contribuito agli ultimi 10 anni di sfascio, qui troverà la strada sbarrata”.

“Noi – dichiara D’Alessandro davanti alla platea dei delpretiani – non dobbiamo prendere le distanze da nessuno”. E questa è la risposta a quanto detto in mattinata da Alfonso Mascitelli. Il senatore e coordinatore regionale dell’Idv ha presentato Patrizia De Caro, il medico aspirante sindaco dei dipietristi. “Noi – aggiunge D’Alessandro – vogliamo lavorare insieme. Nessuna preclusione nei confronti di nessuno. Se avessimo guardato alle etichette, non sarebbero seduti attorno a questo tavolo Silvana Iacobucci, Sabrina Bocchino e Francescopaolo D’Adamo, tutte persone provenienti da esperienze politiche diverse tra loro”. Vicino a loro c’è Lorenzo Trovato, coordinatore di Alleanza per i giovani.

Quanto all’Idv, “ha manifestato un disagio: non credono – analizza Del Prete – nelle scelte amministrative compiute dal sindaco Lapenna. La prima cosa che dovrebbero fare è ritirare dalla Giunta il loro assessore”, Corrado Sabatini. “Siamo disponibili a dialogare con l’Idv nel rispetto del percorso che abbiamo avviato un anno e mezzo fa”.

Un incontro con Desiati, invece, lo ha avuto Maurizio Santulli, di Alleanza per l’Italia, il partito di Rutelli di cui Del Prete è coordinatore provinciale. “La possibilità d’intesa è comunque da verificare in seguito”, mette le mani avanti Santulli.

La situazione è molto fluida, ragion per cui Del Prete frena: “Il panorama politico nazionale e locale – commenta – ci suggerisce responsabilmente di effettuare ulteriori verifiche. Vogliamo presentarci all’appuntamento elettorale di maggio con un’ampia coalizione”. Sono in corso “incontri importanti per mettere da parte 10 anni” amministrati da centrodestra e centrosinistra. Male, secondo ApV. L’eventuale candidatura a sindaco, “richiesta con forza da ApV e ApI”, può aspettare. Forse, un paio di settimane.

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su