vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Imprenditore ucciso, i funerali: "Conforto per i genitori di Massimo"

Più informazioni su

VASTO – Una cerimonia raccolta, con gli amici più stretti a stringersi attorno a Carlo e Grazia, genitori di Massimo Cassinera, l’imprenditore di madre vastese ucciso insieme alla moglie il 22 novembre a colpi di mitraglietta in Honduras.

Don Gino Smargiassi, parroco di San Marco Apostolo, dove si sono celebrate le esequie, ha parole dolci e di conforto per i genitori di Massimo : “La nostra vita è nelle mani di Dio. Ed è lui che ascolta il nostro grido di dolore: il grido di morte di Massimo e di sua moglie, colpiti brutalmente a morte. Ed il grido di strazio di Carlo e Grazia, quando hanno ricevuto questa drammatica notizia. In questo momento, per noi credenti, è necessario salire sul monte del Signore, coscienti che nella sua Parola possiamo trovare il conforto di cui abbiamo bisogno”.

Quarantanove anni, Cassinera aveva vissuto per diverso tempo a Vasto, la città della madre, che ha chiesto e ottenuto lo svolgimento in città del rito funebre. L’uomo, che a Vasto aveva gestito un negozio di moto, si era trasferito prima a Nettuno, in provincia di Roma, e poi nello stato dell’America Centrale, precisamente a La Ceiba, 127mila abitanti, capoluogo del dipartimento di Atlantida, sul Golfo dell’Honduras.

Era lì che aveva continuato a svolgere la sua attività. Nell’agguato, ha perso la vita anche la moglie, Jessica Padron Perez, 34 anni. I coniugi erano in macchina intorno all’1.45 ora locale (le 6.45 in Italia). Stavano probabilmente tornado nella loro casa del rione residenziale di Los Angeles, quando i sicari si sono avvicinati in macchina nei pressi di un semaforo della colonia di Pizzaty e hanno colpito con 10 proiettili l’uomo e 15 la donna.

Gli investigatori hanno ritrovato complessivamente 48 bossoli a terra e ritengono che l’imprenditore, accortosi del pericolo, abbia cercato di accelerare all’ultimo momento nel tentativo di scappare. Non è escluso si sia trattato di uno scambio di persona. Il corpo di Massimo Cassinera è stato tumulato nel cimitero di Cupello.

 

Più informazioni su