vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Città satellite, il circolo Villaggio Siv: "Perplessità sul progetto"

Più informazioni su

VASTO – La città satellite al confine tra Vasto e San Salvo “a chi giova?”. Lo chiede Filippo Di Nardo, presidente del circolo Villaggio Siv, in un comunicato diramato a poche ore dal dibattito pubblico in cui verrà illustrato il progetto da 150 milioni di euro, elaborato dalla società vastese Sgm. Il convegno si terrà oggi pomeriggio, alle 16.30, presso l’auditorium San Paolo.

“Da decenni  – scrive Di Nardo – si ipotizza e si prefigura uno sviluppo urbanistico intorno all’area di Colle Pizzuto, attraverso progetti di cittadelle con ogni sorta di servizi: ieri con il piano cosiddetto Sigma Siv, oggi con il cosiddetto Programma integrato di Colle Pizzuto che prevede, tra l’altro, una cittadella di 3 mila alloggi.
 
L’interrogativo più pressante che naturalmente mi pongo, riguarda la reale necessità e la concreta utilità di un progetto, per certi aspetti faraonico, in un contesto territoriale come quello di Vasto sud. A chi giova?
 E’ davvero indispensabile costruire un’area urbanistica con 3mila nuovi alloggi in una città come Vasto piena di case sfitte? Forse, non sarebbe più sensato spendere risorse, tempo, progettualità e intelligenze in un programma credibile e fattibile di recupero e di riqualificazione di ciò che esiste già?
 
Colle Pizzuto come l’area del Villaggio Siv, necessitano di una serie di interventi di sviluppo che si attendono da anni. Il recupero del nostro territorio passa necessariamente da ventilati e ambiziosi progetti di urbanizzazione e ulteriore cementificazione o possono prescindere da questi e venire, a questo punto, da una politica di sviluppo più pragmatica e realistica e meno velleitaria?
 
La nostra posizione – precisa il portavoce del circolo – non è di chiusura totale a progetti quali la cittadella di Colle Pizzuto, tuttavia esprimo ferma perplessità, allo stato, di quanto si sta ipotizzando e auspico un confronto serrato tra i cittadini del territorio interessato e l’amministrazione comunale”.

Di Nardo annuncia che un rappresentante del circolo sarà presente oggi pomeriggio al convegno e rivendica per il sodalizio un ruolo di “interlocutore dell’amministrazione comunale e di tutte le forze politiche e della società, in relazione ai diversi progetti che riguardano (e riguarderanno) interventi nell’area territoriale di riferimento”.
 
 

Più informazioni su