vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Località Trave: il parco urbano trasformato in un parco delle siringhe

Più informazioni su

VASTO – Non è una nuova specie di piante, quella che prolifera nel Parco urbano in località Trave. Si tratta di pericolose siringhe. E’ lo scenario che si presenta addentrandosi di poco lungo la strada che parte dal piazzale dell’ex eliporto: via Trave, una stradina che, una volta allargata e allungata fino alla Statale 16, diverrà la nuova bretella di collegamento con il lungomare di Vasto Marina. Nel progetto del Comune, quello che da oltre vent’anni viene indicato da un segnale turistico come Parco urbano (ma da sempre abbandonato) dovrà essere riqualificato e trasformato in zona camper. Purché venga bonificato dalle insidie di cui è disseminato. Sin da subito si percepisce come quella che dovrebbe essere una risorsa naturalistica della città, è diventata un luogo degradato.

Scendere dall’auto vuol dire dover fare una gimkana tra i resti di ogni tipo. Ma ciò che colpisce e allarma maggiormente è la presenza di decine di siringhe usate e gettate a terra. Ce ne sono davvero tante, segno che questa zona è frequentata per scopi poco legali. Qualcuno è stato così gentile da rimettere il cappuccio all’ago prima di buttarle a terra, ma quasi tutte sono lì, gettate a terra senza nessuna protezione.

Qualcosa va fatto, per salvaguardare questa, come altre aree della città. Di fatto il Parco urbano, che già altre volte è finito al centro di polemiche per lo stato di incuria in cui versa, ora è diventato anche pericoloso. Prima di muovere un passo a piedi bisogna guardare attentamente, visto che è un vero è proprio campo minato.

Basterà la nuova strada che verrà realizzata a scoraggiare gli attuali frequentatori di questa zona? O avrà il solo effetto di dirottarli verso un altro posto da riempire nuovamente con questi pericolosi rifiuti?

Giuseppe Ritucci

Più informazioni su