vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Dopo le nevicate insidia ghiaccio: servono altri 300 quintali di sale

Più informazioni su

VASTO – Serve altro sale per combattere l’insidia ghiaccio sulle strade di Vasto. Due camion e svariate auto sono finiti di traverso stamani, nella zona tra via Mario Molino e il ponte San Nicola II sulla Statale 16, e lungo la circonvallazione Istoniense. Rimane chiuso in via precauzionale il viadotto Histonium. Alcuni operai del Comune sono partiti con destinazione porto di Ortona per caricare altri 300 quintali di sale. Le riserve stoccate nei punti di raccolta comunali si sono esaurite nei tre giorni di neve. La mattinata di ieri è stata critica.

La situazione. Le scuole sono chiuse e chi ha potuto evitare di mettersi al volante per andare al lavoro lo ha fatto. Dopo le nevicate di ieri, che hanno mandato in tilt la circolazione stradale a Vasto e San Salvo, sulle strade permane l’insidia ghiaccio. Le ruote delle auto slittano in salita e in corrispondenza degli incroci. Come sulla Statale 16. Gli svincoli del viadotto San Nicola II rappresentano il problema principale. La polizia municipale e il soccorso stradale sono intervenuti a rimettere in carreggiata un camion con rimorchio finito di traverso. Il problema è che il ponte è chiuso da settembre per lavori di messa in sicurezza e non riaprirà prima di fine anno. Per questo, automobilisti e autotrasportatori si devono servire degli stretti raccordi che conducono a via Mario Molino, la strada a quattro corsie che collega la Statale a via Ciccarone e via Alessandrini. Manovre impegnative, specie per i mezzi pesanti, che devono attraversare il parcheggio di località San Nicola e reimmettersi sull’arteria Adriatica risalendo la rampa Nord di via Molino. Polizia municipale e soccorso stradale sono intervenuti anche sulla circonvallazione Istoniense, dove un altro autotreno ha avuto il medesimo problema. Si transita regolarmente sull’autostrada A14.

Circolazione urbana. Si sono esauriti tra ieri e le prime ore di stamani i 350-400 quintali di sale che erano stoccati nei due punti di raccolta comunali: stadio Aragona e terminal bus di via Conti Ricci. Un nuovo approvvigionamento di circa 300 quintali sarà disponibile in giornata, prelevato dai depositi del porto di Ortona. “Pale meccaniche e veicoli spargisale sono rimasti in azione sulle strade principali della città ieri sera fino alle 24 e stamattina presto, intorno alle 5.30”, dice Vincenzo Sputore, assessore ai Servizi del Comune di Vasto.

Più informazioni su