vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Bollette dell'acqua, aumenti in vista: le tariffe cresceranno del 15%

Più informazioni su

VASTO – Si prevedono bollette dell’acqua più salate a Vasto. L’Ato del Chietino, l’ente d’ambito che governa il ciclo idrico, si avvia a disporre un aumento delle tariffe pari al 15% in tutto il territorio di competenza. Motivo: necessità di ripianare i debiti accumulati negli anni e di finanziare il piano di investimenti in cui dovranno essere previsti anche massicci interventi sulle reti idriche di Vasto. Tubature colabrodo che hanno costretto i tecnici della Sasi, la società che rappresenta il braccio operativo dell’Ato, a operare oltre 600 riparazioni.

Contro gli aumenti si schierano già le associazioni ambientaliste, come Wwf e Abruzzo social forum. Domani pomeriggio, a Palazzo degli studi di Lanciano, alle 15, si riunirà l’assemblea dei 92 sindaci. Sarà il presidente dell’Ato, ingegner Luigi Caputi, a illustrare il nuovo piano d’ambito contenente la previsione degli investimenti da oggi a 2032. Il precedente documento di programmazione, che risale al 2003, prevedeva interventi per 113 milioni di euro. Quelli effettivamente realizzati in sette anni sono pari ad appena 7 milioni 119mila 939 euro, solo il 6.3% di quanto preventivato. I lavoratori rimangono 178, ma la spesa per il personale è lievitata da un milione 578mila 892 euro del 2003 a 5 milioni 187mila 730 euro nel 2009.

Alla vigilia dell’assemblea, le associazioni ambientaliste chiedono ai sindaci di non approvare gli aumenti tariffari. “L’acqua – ribadiscono – deve rimanere un bene comune. Per restare tale, deve essere accessibile a tutti. In questo senso vanno le nostre iniziative: 25mila firme raccolte in Abruzzo contro la privatizzazione delle risorse idriche e, ora, l’appello a non avallare rincari che rendono un bene fondamentale meno accessibile ai cittadini”.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su