vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Vertenza Cesi, lo Slai-Cobas: "Operai senza stipendio non voteranno"

Più informazioni su

SAN SALVO – Non si attendano il voto i politici che hanno abbandonato al loro destino i lavoratori della Cesi/Abruzzo Service, che non hanno alcuna certezza di ricevere lo stipendio di novembre e vedono addensarsi nubi minacciose sul futuro delle loro famiglie. Hanno passato un brutto Natale. E il Capodanno non sarà certo migliore per gli oltre cento dipendenti della cooperativa che si occupa di manutenzioni nello stabilimento di San Salvo della Pilkington, la multinazionale giapponese del ventro per automobili.

A lanciare il grido d’allarme per è lo Slai-Cobas: “Le istituzioni –  afferma il segretario provinciale, Domenico Ranieri – sembrano non accorgersi di quello che sta accadendo, malgrado che tutti i mezzi di informazione abbiano dato grande risalto alla notizia.
Tutto ciò non fa sicuramente onore al primo cittadino di San Salvo oltre che i vari Sindaci del comprensorio, dove i suddetti lavoratori risiedono.
Non hanno avuto neppure un istante del loro tempo prezioso per esprimere solidarietà a chi, dopo aver trascorso un triste Natale, non troverà neppure la voglia di brindare ad un anno migliore, sapendo che comincia con gli auspici peggiori poiché ancora senza stipendio”. Alla Pilkington è stato proclamato lo stato di agitazione. Non sono bastati due scioperi e altrettanti incontri con la dirigenza della cooperativa per sbloccare la vertenza.

“Questi lavoratori – sottolinea lo Slai-Cobas – si trovano oggi a dover fronteggiare situazioni a dir poco drammatiche che vanno dal pagamento dei mutui, all’affitto di casa, al pagamento delle varie bollette e soprattutto a dover sfamare i propri figli cui è veramente difficile spiegare il perché di certe situazioni e soprattutto ancor più difficile far capire loro l’indifferenza di molti.
Non ci sono parole per giustificare certi comportamenti, ma una cosa è certa: i lavoratori di Abruzzo Service, e non solo loro, alle prossime votazioni vi sosterranno nello stesso modo in cui oggi voi tutti (da destra a sinistra) sostenete loro”, avverte Ranieri.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su