vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Grande fratello e solidarietà, la professoressa scrive ad Alberto

Più informazioni su

VASTO – Dall’insegnante Miranda Sconosciuto riceviamo e pubblichiamo una lettera aperta ad Alberto Baiocco, il finalista vastese del Grande fratello 10:

Cominciò tutto così per caso Alberto, un mio biglietto da visita recapitato a tuo fratello Riccardo  e la tua  sensibilità verso un mondo ai margini della società: la Casa Circondariale di  Torre Sinello. I frizzanti  Marron Glaces come sempre disponibilissimi per eventi di solidarietà erano con noi.
Ok si parte! Un pomeriggio con i ragazzi della Casa Circondariale di Vasto il 15 maggio 2010 in “ Conoscendo Alberto tra musica e parole” per condividere con gli uomini reclusi la tua esperienza nella casa del Grande Fratello 10.
Da qui la promessa fatta abbracciando  il lungo progetto “Oltre il Muro” 2010/2011, insieme a personaggi famosi del mondo dello spettacolo e dello sport come il tenore  Piero Mazzocchetti, il calciatore del Palermo Morris Carrozzieri,   l’ex giocatore dell’Ascoli Fiorenzo Dainzara, l’ex portiere della vastese Alessandro Cesaretti, il podista Leonzio Generoso,  il campione europeo di pugilato Domenico Urbano, il  giocatore  vastese di Basket Davide Parente,  il cantante Roby Santini, il dj Luigi Peluzzo, la Band La Differenza, Nicola Cedro e Simone Altieri dei Marron Glaces, i tuoi neo amici  e compagni di avventura del GF10, Carmela Gualtieri, Maicol Berti, Giorgio Ronchini, Massimo Scattarella, Daniele Vallicelli, Nicola Pappalepore, il tronista Samuele Mecucci,  insieme ad altri personaggi i comici   Vincenzo Olivieri, Ivan Rocco n Rollo, la giornalista Paola Cerella, lo speaker  cronista Cerulli detto il “Cobra”,  il dj Fabrizio Della Corte, lo speaker di RDS Beppe De Marco, e  persone  a te molto care come la fidanzata,  Mara Adriani  i  cugini Roberto e Massimo Baiocco e il mega zio mister Guido Mazzetti .
Un “grande”  gruppo, direi, che ha condiviso con te e con tutta la cittadinanza  e vacanzieri un “grande” evento di solidarietà: “la Partita del Cuore” del  20 luglio allo Stadio Aragona di Vasto.
 Un “grande” cammino che ci rivedrà insieme  nel progetto “Oltre il Muro” a febbraio per il “Concerto del Cuore” con gruppi locali  famosi e meno, uniti per l’Associazione ANFFAS Onlus di Vasto, a giugno per AGBE di Pescara ed infine a luglio 2011 per la Casa Famiglia Manuela e la neo aggiunta Associazione “Luce Down”.
Un “grande” cammino in un “grande” gruppo costruito da eventi sincronistici (Robert Opken “Nulla succede per caso”), uniti in una unica parola “solidarietà” e racchiuso in una unica  persona dal “grande” cuore: Alberto Baiocco.
“Grande” è l’aggettivo che più di contraddistingue, sia nella casa del GF che nella vita, non può  non essere diversamente.
Sei un “grande” sai!  Sei un  “bravo ragazzo” nella naturalezza del tuo essere semplicemente te stesso, da uno schermo televisivo alla vita quotidiana con umiltà, gratitudine e generosità d’animo.
La voglia di rituffarti nella “banalità” della ruota della vita, in un periodo  segnato da una “grande” e significativa  perdita,  ti ha premiato facendoti incontrare una “grande “ ed energica persona Mara e dando prova  a te stesso di “grande” capacità reattiva.
Grazie da parte dei ragazzi della Casa Circondariale di Vasto, da una casa “diversa” dove hai incontrato dei fratelli “speciali” bisognosi di “solidarietà”.
Ricordo i volti sorridenti dei  figli degli uomini reclusi, all’ingresso del cancello della sala colloqui, contenti di aver incontrato un personaggio famoso, in un posto da dimenticare.
Tu eri li, quel giorno, seduto tra  i loro genitori  che donavi autografi e i tuoi numerosi braccialetti  per loro con “grande” generosità d’ animo.
Ho incontrato nella casa di reclusione di Vasto, dove insegno da bel quattro anni, due ragazzi che custodiscono gelosamente il tuo braccialetto e il plettro della chitarra donato da Fabio Falcone. Oggetti semplici e a volte inutili per noi “fuori” dalle mura ma che “Oltre il muro” lasciano segni di buon esempio in adolescenze negate e in vite bruciate ai margini della società.
Un abbraccio “grande” ad un “grande Alberto”.
Ti auguro a nome di tutti i vastesi che ti vogliono bene, e ne sono tanti, un’ottima annata 2011!

Più informazioni su