vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Assistenti familiari: parte il corso di qualificazione professionale

Più informazioni su

SAN SALVO – Parte domani a San Salvo il primo corso per qualificare gli assistenti familiari promosso dal Comune con il contributo della Provincia di Chieti e della Regione Abruzzo, nell’ambito degli interventi previsti dal progetto Donne ora visibili. Lo hanno annunciato il sindaco Gabriele Marchese e l’assessore alle politiche sociali Angela Di Silvio.

“Il progetto – affermano gli amministratori – finanziato dal Dipartimento per le Pari opportunità, è volto a favorire l’emersione del lavoro sommerso nel campo dei servizi di cura domiciliari e a fornire un aiuto concreto alle famiglie che hanno in carico l’assistenza di un proprio familiare non autosufficiente.

Vi aderiscono 40 enti fra i quali, oltre alla Regione Abruzzo, le altre tre province abruzzesi, 20 enti di ambito sociale regionali, le principali organizzazioni sindacali e datoriali e le associazioni di volontariato. Tra i principali interventi del progetto c’è la regolarizzazione delle assistenti con l’erogazione (condizionata alla stabilizzazione dei rapporti di lavoro) di una contribuzione oraria di 1,10 euro per 40 ore settimanali per 12 mesi. Tra i 48 che hanno presentato domanda per l’mmissione al corso ne sono state ammessi 32, di cui 7 uditori; 10 sono di nazionalità straniera e 22 sono italiani provenienti da diverse località della Provincia di Chieti. Sede del corso è Vasto. Al termine del corso, che si concluderà a marzo con una durata di 400 ore complessive articolate in 280 ore di formazione in aula e 120 ore di stage, sarà rilasciata una qualifica professionale di “assistente familiare nel rispetto del dgr 207 del 2009”.

“Qualificare ulteriormente il lavoro delle badanti attraverso percorsi formativi finalizzati ad accrescerne le competenze professionali – dice il sindaco Marchese – ci permette di dare risposta alla crescente domanda che le famiglie ci pongono di servizi di qualità nel settore di cura privata a domicilio”. Tre sono le aree di competenze: di base (55 ore), tecnico-professionali (175 ore), trasversali (50 ore). La frequenza
è obbligatoria per almeno il 70 per cento del monte ore complessivo.

giusepperitucci@yahoo.it

Più informazioni su