vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Rientro all'università: "Treni, pochi vagoni e troppi passeggeri"

Più informazioni su

VASTO – Storie di ordinari rientri natalizi. Tornare in treno nelle città universitarie è un problema. C’è chi dice sia sempre uguale l’assembramento dell’Epifania. Secondo altri la situazione peggiora di anno in anno. Convogli pieni e passeggeri stipati come sardine, racconta F.D., vastese di 21 anni che è appena tornato a Bologna, come ormai quasi tutti gli studenti che rientrano nel capoluogo emiliano dopo le vacanze natalizie. Tra il 5 e l’8 il picco più alto del traffico passeggeri alla stazione di Vasto-San Salvo.

“Sono treni che partono dal tacco dello Stivale e devono arrivare al Nord. I vagoni sono sempre troppo pochi e, così, quando si fermano a Vasto, o convogli sono già stracolmi. Anche per chi ha prenotato regolamente diventa difficile mettersi a sedere. Devi dribblare i passeggeri accampati lungo il corridoio e, quando raggiungi lo scompartimento, c’è quasi sempre qualcuno che si è seduto al tuo posto. E’ possibile che, nel 2011, non si riesca ancora a capire che, almeno nei periodi in cui viaggiano tante persone, servono treni più lunghi? E poi sui convogli di lunga percorrenza si dovrebbe far salire solo su prenotazione”.

giusepperitucci@yahoo.it

Più informazioni su