vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Fusione scuole superiori, Lapenna invita alla protesta contro i tagli

Più informazioni su

VASTO – Una protesta delle scuole di Vasto contro i tagli imposti dal Piano di dimensionamento scolastico regionale, che prevede l’accorpamento di quattro istituti superiori: Liceo classico, artistico, Liceo delle scienze umane (con due diversi indirizzi) e linguistico (ex magistrale), in città diverranno un’unica cosa. “Mi auguro che da parte delle scuole cittadine ci sia una mobilitazione affinchè la Provincia torni sui suoi passi. E di questo interesserò anche il Consiglio Comunale perché ci troviamo di fronte ad un grave atto che si è consumato a danno del nostro territorio e, in modo particolare, della nostra città”, afferma il sindaco Luciano Lapenna, in una conferenza stampa convocata in municipio per tornare a discurere della questione.

“Continuiamo a subire – sottolinea Lapenna – tagli da parte degli enti sovraordinati e questo non ci sta bene dal momento che la nostra è l’unica città della Provincia di Chieti che vede crescere il numero dei residenti e, con loro, gli iscritti nelle scuole che, lo ricordo, sono oltre settemila”. I tre istituti superiori in via di fusione ne contano, in totale, 1040.

Secondo il sindaco, si tratta di un dispetto politico: “Un piano che ci penalizza ulteriormente dal momento che sia il Classico che l’Istituto d’Arte, come si ricorderà, erano già stati accorpati negli anni scorsi. A Lanciano e a Chieti, invece, la Provincia ha pensato bene di istituire il Liceo Musicale e quello di danza. Ci troviamo di fronte ad un disegno politico chiaro che penalizza Vasto, unica città della Provincia di Chieti a guida centrosinistra”.

Alla conferenza stampa erano presenti i consiglieri provinciali Forte, Sputore e D’Amico. “Avevamo invitato tutti i consiglieri provinciali del vastese -dice il capogruppo PD – ma non sono venuti. Prima di arrivare a questa delibera noi del centrosinistra avevamo presentato delle proposte affinchè si facessero scelte razionali. Così non è stato. Il centrodestra continua ad umiliare Vasto ed il vastese”.

Anche Giuseppe Forte dice la sua. “Lanciano e Chieti ottengono nuovi corsi, ma senza un’equa distribuzione di risorse sul territorio. Quando ci sono decisioni da prendere non siamo considerati. E’ necessario tornare a dare un ruolo a questa città”.

Intanto, è stata convocata per domani, alle 10, una conferenza stampa dell’assessore provinciale alla Pubblica istruzione, Mauro Petrucci, per “illustrare il Piano scolastico”.

Giuseppe Ritucci – giusepperitucci@yahoo.it

Più informazioni su