vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Del Prete (ApV): "Discariche abusive, fare isole ecologiche"

Più informazioni su

VASTO – Se si formano discariche di rifiuti nelle periferie e lungo le strade di confine più di qualcuno getta sacchetti d’immondizia per evitare di fare la raccolta differenziata, è anche perché l’amministrazione comunale di Vasto non vuole facilitare il compito dei cittadini. Lo afferma Nicola Del Prete, coordinatore provinciale di Alleanza per Vasto:

“L’indisciplina di taluni corre di pari passo con l’ottusità dell’amministrazione comunale che si ostina a rinviare l’individuazione e la realizzazione di mini isole ecologiche nel centro storico per migliore il servizio della raccolta differenziata”.

Nonostante le multe fino a 500 euro, il problema delle discariche abusive è tutt’altro che risolto.

“Il senso di inciviltà di chi abbandona i rifiuti in zone prive di raccoglitori è da condannare fermamente – commenta Del Prete – ma il Comune non fa nulla per evitare di offrire a queste persone la scusa giusta per infrangere la legge. Dopo un anno e mezzo di raccolta differenziata nel centro storico bisogna pure chiedersi perchè al posto di aumentare, la percentuale della differenziata diminuisce in maniera considerevole. Il passo necessario per evitare di vedere gente che in casa fa la raccolta, ma poi preferisce smaltire in maniera indifferenziata in qualche bidone fuori centro o in periferia, è la creazione di isole ecologiche lì dove non ci sono condomini in grado di ospitare i bidoni della differenziata. Il centro cittadino è composto prevalentemente di singole case: per queste utenze è necessario individuare delle aree dove realizzare le cosiddette isole ecologiche a scomparsa, affinchè si garantisca un servizio all’utente al quale si chiede la raccolta differenziata ma non lo si costringa a tenere quattro giorni in casa l’umido. Con queste mini isole il problema del conferimento giornaliero verrebbe risolto – conclude Del Prete-  ed a quel punto non ci sarebbero più attenuanti per procedere a multe salate a chi dovesse ancora smaltire in maniera difforme”.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su