vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Tentano di rubare la Sacra Spina, messi in fuga da una suora

Più informazioni su

VASTO – Tra i molti, troppi furti tentati o messi a segno a Vasto negli ultimi mesi, c’è perfino quello che aveva come obiettivo la Sacra Spina. E’ accaduto ieri pomeriggio che due uomini si siano introdotti furtivamente nella chiesa di Santa Maria Maggiore e abbiamo tentato di portar via la reliqua. E’ stata una suora, accorgendosi degli strani movimenti, a mettere in fuga i ladri. Indagano i carabinieri. Pare si tratti di vastesi.

La ricostruzione dei fatti. I militari hanno ascoltato sull’accaduto il racconto di don Andrea Sciascia. Tutto è accaduto intorno alle 18, quando dal parroco di Santa Maria si sono presentati due giovani. Uno dei due ha cercato di distrarlo, mentre l’altro si è allontanato, ma è stato visto da una suora mentre armeggiava con fare sospetto nei pressi della reliquia. Allora i due, vistisi scoperti, si sono allontanati velocemente. Poco dopo don Andrea ha notato che sulla teca della Sacra Spina c’erano evidenti segni di forzatura.

Una blindatura in cristallo della cappella in cui è custodito il simbolo religioso che tradizione cattolica vuole sia stato staccato dalla corona simbolo della Passione di Cristo. Questa la contromisura che il Comune studia per evitare altri tentativi di furto. “Questa mattina – si legge in un comunicato – don Andrea Sciascia è stato ricevuto in municipio dal sindaco, al quale ha riferito l’accaduto”. Secondo Lapenna, si tratta di un episodio “inaccettabile perchè offende la coscienza dei fedeli vastesi che nei confronti della preziosa reliquia nutrono una fede immensa”. Il presidente del Consiglio
Comunale, Giuseppe Forte, membro della Congrega del Gonfalone e della Sacra
Spina, parla di gesto “di estrema gravità, offensivo della fede dei cittadini di Vasto che da sempre sono legati a quella spina intrisa del sangue di Cristo”. L’attuale teca del simbolo sacro fu donata anni fa dai lavoratori della Pilkington. La confraternita domani rinnoverà il proprio consiglio direttivo. E’ stata una brutta vigilia del voto.

La reliquia. La Sacra Spina fu donata da papa Pio IV a Ferrante Francesco D’Avalos in occasione del Concilio ecumenico tridentino, che si tenne tra il 1545 e il 1563. Analoghe reliquie staccate dalla corona di Gesù furono donate a chiese di altre località italiane, tra cui Roma e Pisa. La bolla papale di donazione fu arsa dall’incendio che scoppiò nella notte del 15 giugno 1645. Uno schiavo turco, con un gesto di estremo coraggio, rischiò la vita per salvarla dalle fiamme e, come ricompensa, fu liberato. Un evento immortalato in una tela di metà Ottocento, dipinta da Andrea Marchesani ed esposta sulla volta della navata centrale. A Vasto la processione in onore della Sacra Spina si tiene ogni anno nel venerdì che precede la settimana santa.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su