vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Alinovi (Idv): "Sicurezza, servono misure d'urgenza"

Più informazioni su

VASTO – “Che fine ha fatto il progetto di videosorveglianza? Quando una città come Vasto, che ha bisogno di sicurezza, verà dotata di un sistema di telecamere in grado di smascherare gli autori degli incendi dolosi?”. Lo chiede all’amministrazione Lapenna Riccado Alinovi (Udeur), vice presidente del Consiglio comunale, dopo la quarta auto incendiata a Vasto dall’inizio dell’anno. La quinta, se si aggiunge che la stessa sorte è toccata alla vettura di un barista di San Salvo.

“Da tre anni parliamo di un impianto in grado di controllare 24 ore su 24 i punti sensibili della città. Ma di risultati concreti nemmeno l’ombra. Dov’è il bando per la gara d’appalto?. Serve una risposta politica a questo problema”, afferma Alinovi, che lancia una proposta rivolta ai carabinieri: “Scriverò al Comando generale di Roma perché invii a Vasto un altro ufficiale. Il vice comandante Emanuela Cervellera è, infatti, in maternità. Ma, siccome Vasto ha bisogno di forze dell’ordine che operino a pieno organico, si potrebbe inviare temporaneamente qualcuno che già conosce il territorio, come il capitano Vincenzo Orlando, che per diversi anni ha comandato il Nucleo operativo e radiomobile della caserma di piazza Dalla Chiesa prima di essere trasferito a Chieti”. Il rappresentante del partito di Mastella chiede la convocazione di un altro Consiglio comunale straordinario sulla questione sicurezza.

micheledannunzio@vastoweb.com

 

Più informazioni su