vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Incendi dolosi: in città quarta auto a fuoco dall'inizio del 2011

Più informazioni su

VASTO – Ormai ci si chiede solo quando questa catena si spezzerà. Vasto come le banlieue parigine. Quarta auto a fuoco in città dall’inizio dell’anno. Con San Salvo fanno cinque. Alle 4 di stanotte le fiamme sono state appiccate a una vecchia Audi A4 parcheggiata in via Zara, nel centro di Vasto Marina. Fino a un mese fa, risultava in uso a un quarantenne del posto.

Questa volta, le mani ignote sono entrate in azione alle 4 del mattino. Chi ha messo fuoco alla vettura ha prima aspettato che chiudessero i bar e che la località balneare fosse, di conseguenza, deserta. I vigili del fuoco hanno spento il rogo, accertandone la natura dolosa. Un’inchiesta è stata aperta dai carabinieri, Ascoltato l’uomo che risultava proprietario dell’auto fino a qualche settimana fa. Ai militari avrebbe riferito di non avere sospetti.

Ma la cosa che preoccupa maggiormente gli investigatori si definisce con una sola parola: emulazione. Come nel 2007, sta diventando una moda risolvere screzi o mostrare antipatie personali bruciando le auto altrui. E’ il secondo episodio doloso a Vasto Marina, dove nella notte tra giovedì e venerdì una bottiglia di plastica piena di benzina o altro liquido infiammabile era stata gettata contro la Fiat Punto di un operaio rumeno che risiede in viale Dalmazia.

Il 2 gennaio nel mirino era finito per la seconda volta il titolare di un bar di San Salvo Marina. Altre vittime di attentati incendiari sono stati nei giorni scorsi Peppino Forte, presidente del Consiglio comunale, e un brigadiere dei carabinieri in servizio al Nucleo operativo della caserma di piazza Dalla Chiesa. Sulla vicenda che vede come vittima il rumeno indaga la polizia, che ipotizza l’esistenza di un piromane. Intanto, i carabinieri cercano alcuni collegamenti tra l’episodio di oggi e quelli precedenti. O ad ogni rogo corrisponde un motivo, oppure c’è chi si diverte a creare scompiglio.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su