vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Alla marina la videosorveglianza fa "cilecca". Incontro in municipio

Più informazioni su

VASTO – Mentre il dibattito sulla sicurezza si sposta sulla videosorveglianza, attesa ormai da anni, si scopre che le prime telecamere installate in città non funzionano. O meglio, le videocamere funzionano, ma è rotto il server in cui vengono convogliate le immagini che, di conseguenza, non sono utilizzabili per tenere sotto controllo il centro di Vasto Marina.

E’ lì, tra il primo tratto di viale Dalmazia e piazza Rodi, che gli occhi del Grande fratello vastese hanno cominciato da tempo a fare cilecca. La centralina che raccoglie le immagini e ne consente la visualizzazione sui monitor si trova in piazza Rossetti, all’interno del Comando di polizia municipale. Installate a giugno, le 8 telecamere sono entrate a pieno regime il 2 luglio, quando un sopralluogo di polizia e carabinieri ha consentito di correggere le angolazioni delle inquadrature in modo da eliminare le zone d’ombra. Ora, però, a distanza di sei mesi, ecco i primi guasti.

Per questo, nell’appalto sul sistema di videosorveglianza che dovrà tenere sotto controllo tutte le zone nevralgiche della città con altri 63 obiettivi attivi 24 ore su 24, verrà inserito un capitolato sulla manutenzione. L’impresa che si aggiudicherà dal Comune l’incarico per realizzare l’impianto, dal costo preventivato di 600mila euro, dovrà anche assicurare per cinque anni che le apparecchiature di ripresa funzionino. In caso contrario, andranno riparate o sostituite. Per evitare che accada come Vasto Marina.

La riunione. Attorno a un tavolo oggi in municipio amministrazione comunale e imprese che hanno realizzato i primi sistemi di videosorveglianza a Vasto. I guasti registrati a Vasto Marina e alla villa comunale dovranno essere riparati dalle stesse ditte che hanno installato le telecamere.

Lo annuncia il vice sindaco, Vincenzo Sputore: “Ho convocato – conferma – una riunione in Comune con i rappresentanti delle imprese che hanno provveduto a realizzare la videosorveglianza in viale Dalmazia, alla villa comunale, al palazzo di giustizia e al Belvedere Romani”, nell’area del Monumento all’Emigrante. “L’obiettivo – dice Sputore – è stilare un programma di manutenzione per i prossimi 3 o 4 mesi delle videocamere installate. In attesa della realizzazione del progetto più grande che metterà sotto controllo tutti i punti nevralgici della città”.

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su