vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Maltempo, pompieri: 50 interventi. "Un metro d'acqua nel sottopasso"

Più informazioni su

VASTO – Sono arrivati a quota 50 gli interventi dei vigili del fuoco del Vastese per i danni causati dal maltempo.

Un metro d’acqua. “Stamattina, alle 9.30, nel sottopassaggio che collega viale Dalmazia a Montevecchio c’era un metro di acqua”, racconta un testimone. Ora il problema torna a essere il fango nel day after della tripla morsa che ha stretto a tenaglia Vasto e l’entroterra: acqua, neve e vento teso e gelido. Ieri in un altro sottopassaggio, quello di via Selvotta, dietro la stazione ferroviaria, un’auto con a bordo una donna era rimasta intrappolata nell’acqua fino all’arrivo dei soccorritori.

I danni. E’ ancora presto per la conta dei danni perché l’allerta meteo non è ancora finita. Pioggia e neve che si sono abbattute sul Vastese hanno fatto danni. Da ieri pomeriggio i vigili del fuoco di Vasto non si sono mai fermati. Prima l’albero che ha ceduto, bloccando la parte settentrionale di lungomare Cordella. Per rimuoverlo è stata necessaria l’autogru. Poi edifici, negozi e magazzini allagati.

Autostrada. Ripristinata attorno alla mezzanotte la regolare circolazione stradale tra i due caselli di Vasto dell’autostrada A14, dove ieri sera si marciava a passo d’uomo dietro la safety car della polizia autostradale. Nella tarda serata traffico bloccato per consentire la rimozione di un mezzo pesante finito di traverso.

Allagamenti. Pompieri e Protezione civile al lavoro anche oggi per liberare dall’acqua (fino a 20 centimetri) scantinati e anche diversi piani terra di decine di edifici del litorale a Casalbordino Lido e alle marine di Vasto e San Salvo. Tutti i pompieri in servizio mattutino nella caserma di via Madonna dell’Asilo sono impiegati negli interventi. Le chiamate al 115 vengono dirottate sul centralino bollente del Comando provinciale di Chieti, dove vengono smistate le richieste in base alle priorità. Nelle zone interne del Chietino, del Frentano, del Sangro e del Vastese la neve è caduta copiosa già nel pomeriggio di sabato.

Sulla costa, i problemi maggiori si registrano nei condomini, per la maggior parte sprovvisti di motopompe. Le idrovore sono in azione senza sosta. E’ la terza emergenza maltempo negli ultimi cinque mesi. I temporali del 10 settembre 2010 avevano allagato il lungomare di Vasto Marina, ma anche molte contrade e zone centrali. La nevicata del 16 dicembre ha messo in ginocchio la circolazione. Ora nuova ondata di maltempo e soliti problemi. Molte famiglie attendono ancora il risarcimento dei danni causati dagli acquazzoni di cinque mesi fa. Pioggia e neve sono più veloci delle lente procedure per il riconoscimento degli indennizzi.

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su