vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Atto intimidatorio contro La Rana, la solidarietà dal mondo politico

Più informazioni su

VASTO – “Un gesto inquietante, di una gravità inaudita, che impone
un’opportuna riflessione nelle sedi istituzionali, a tutti i livelli”. Così il consigliere regionale Paolo Palomba (Idv) commenta la notizie della lettera minatoria e del proiettile recapitati presso la Corte d’appello di Campobasso, all’indirizzo del giudice Antonio la Rana.
L’esponente politico del Vastese esprime “massima ed incondizionata solidarietà e vicinanza alla persona del giudice Antonio La Rana,e
alla sua famiglia, vittima del grave atto intimidatorio. La città di Vasto e tutto il territorio Vastese conoscono bene le qualità morali e professionali del giudice La Rana, perché hanno imparato ad apprezzarle quando era sostituto procuratore qui in Abruzzo. Sono assolutamente certo che il giudice La Rana non si lascerà intimidire da questo inqualificabile gesto”, conclude Palomba.

“E’ un episodio gravissimo, che mette ancora una volta in evidenza quanto Vasto sia una città a rischio. Credo che a Vasto esistano dei poteri forti che manovrano. Questa ne è la dimostrazione”, sostiene Riccardo Alinovi, vice presidente del Consiglio comunale.

“Rinnoviamo l’invito al Comune di Vasto di istituire una commissione permanente anticrimine tesa a specificare la natura dei numerosi atti criminali che si vanno susseguendo da tempo nella città” per “garantire la sicurezza dei cittadini che vi risiedono”, scrivono in un comunicato Michael Lusi, coordinatore dell’Aia, osservatorio antimafia d’inchiesta, e Stefano Moretti di Azzurro per la libertà.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su