vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Melilla, segretario regionale di Sel: "Ricandidate Lapenna"

Più informazioni su

VASTO – Il centrosinistra ricandidi sindaco Luciano Lapenna e il Pd eviti spaccature. Lo chiede Gianni Melilla, segretario regionale di Sinistra ecologia e libertà, in una lettera aperta indirizzata alle forze della coalizione.

“Il sindaco di Vasto Luciano Lapenna sta concludendo il suo mandato e dovrebbe essere ricandidato alle prossime elezioni amministrative. Nel Pd, tuttavia, non tutti sono d’accordo e sembra che siano già pronti altri 2 candidati. Come in altre città, il rischio è che il Pd si divida e alimenti una nefasta frammentazione del centrosinistra.
Tale situazione è inspiegabile con la razionalità politica.
Sinistra Ecologia e Libertà chiede di ricandidare Lapenna per ragioni di merito.
Vasto è una città di frontiera, da anni nel mirino di grandi poteri economici e, purtroppo, anche criminali. Governare il suo territorio onestamente significa scontrarsi con forze e interessi corposi.
Negli ultimi anni a Vasto sono stati sequestrati circa 30 cantieri edili. L’azione di contrasto della Magistratura e delle forze dell’ordine ai poteri criminali, provenienti dalle regioni più malavitose, è stato costante e fruttuoso. Lo scempio edilizio a Vasto, che è certamente una delle più belle città della costa adriatica, è stato recentemente oggetto di una accorata denuncia dell’Arcivescovo Forte alla quale io non debbo aggiungere nient’altro. Lapenna e la sua Giunta  si sono battuti – in questi 5 anni – non a chiacchiere, ma con atti amministrativi coraggiosi e unici nel panorama abruzzese.
Voglio ricordare che il Comune di Vasto ha approvato la Variante alle norme tecniche di attuazione del Piano Regolatore Generale, il vincolo di inedificabilità sui terreni dell’ex tracciato ferroviario, il Piano Spiaggia, il Piano delle Scarpate, il Piano Chioschi, il Piano Carburanti, il Piano Commerciale e, proprio in questi giorni, sono in via di approvazione il Piano di Gestione delle aree Sic e quello di Recupero del centro storico (un vero gioiello di valore nazionale) del professor Cervellati, tra i più grandi urbanisti italiani (suo il P.R.G. di Bologna).
La lotta all’abusivismo edilizio è stata intransigente e coraggiosa.
In campo ambientale le realizzazioni sono state tante: dalla tutela e valorizzazione della costa e della riserva naturale di Punta Aderci, alle 2 piste ciclabili, alla pedonalizzazione della passeggiata di Via Adriatica, alla raccolta differenziata porta a porta (che a breve interesserà l’intera città), alla riduzione dei consumi energetici con l’installazione, unica città del centrosud, di circa 4 mila punti luce a Led, all’approvazione del Regolamento dell’inquinamento luminoso. Sono stati consegnati alla città 350 posti auto con il parcheggio multipiano, in pieno centro storico, e sistemati altri 800 posti auto a Vasto Marina. Sono stati raddoppiati, in controtendenza nazionale, i posti negli asili nido per i bambini e messe in sicurezza le scuole comunali.
E allora di cosa stiamo parlando? Possono vicende interne ad un partito come il P.D. mettere in discussione questo enorme patrimonio amministrativo e spianare alla destra la strada della riconquista di Vasto? E’ da questo modo di fare politica, che non entra nel merito dei problemi, che nasce la crisi del P.D. che a Napoli ha assunto caratteri così deleteri tanto da far temere che possano essere replicati anche a Vasto, qualora il gruppo dirigente di questo partito non interverrà con senso di responsabilità e lungimiranza politica. Primarie che si prospettano a Vasto più come una resa dei conti interna al P.D. che un utile strumento per individuare i candidati migliori.
Luciano Lapenna, in questi 5 anni, non ha avuto neanche un avviso di garanzia, a testimonianza di come la lotta per la trasparenza debba essere tutt’una con la capacità di ben governare una bella città come Vasto.
Sinistra Ecologia e Libertà, ed io stesso, chiediamo a tutte le forze del centrosinistra di ricomporre rapidamente il quadro politico locale, nell’ottica della sua riconferma alla guida della città per continuare la primavera di Vasto”.

Più informazioni su