vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Centrodestra all'attacco: "Giochi di potere, Marchese si dimetta"

Più informazioni su

SAN SALVO – “A San Salvo è caos”. Centrodestra all’attacco a testa bassa contro l’amministrazione Marchese e la maggioranza di centrosinistra dopo che “negli ultimi tre mesi tre Consigli comunali sono andati deserti”.

I gruppi di Insieme per San Salvo, Pdl e La Destra protestano perché “nell’ultima seduta, quella del 17 gennaio, tenutasi solo per i punti relativi alla relazione degli affari sociali e alla mozione della minoranza, al sindaco Marchese sono mancati ben quattro consiglieri, di cui due assenti e due astenutisi vista la gravità dei fatti acclarati all’unanimità dalla commissione Affari sociali sullo sperpero di denaro pubblico e sulle assunzioni facili di questa e di passate amministrazioni (ci chiediamo con quale dose di coraggio il resto della maggioranza sia rimasta a difendere un tale scempio).
Alle riunioni, che disperatamene il sindaco ha convocato alla ricerca di consensi, continuano a mancargli quattro consiglieri.
La ricerca di una fiducia, che oramai non ha più, è sempre più difficoltosa. Ma dopo questi numeri e i risultati prodotti, è così difficile per il sindaco capire che non ha più il consenso necessario a governare?”.

Secondo l’opposizione, “il centrosinistra sta tenendo la nostra città in ostaggio in attesa che qualcuno paghi il riscatto facendo un passo indietro”, mentre “le energie di questa Giunta sono tutte incentrate nelle liti interne al centro-sinistra, nelle lotte per la poltrona di assessore, nelle risse per spostare questo o quel dirigente, nei ricattini degli uni contro gli altri, nei comunicati stampa al vetriolo, nelle rappresaglie degli esclusi e nelle vendette personali. E poi c’è più di un consigliere che comincia a dissociarsi dai tanti errori e dalle tante magagne di una parte del centro-sinistra”.

E mentre si parla di un rientro in Giuna di Sinistra ecologia e libertà, dopo che nel 2009, all’epoca del rimpasto, era stato escluso Giovanni Mariotti, Insieme per San Salvo, Pdl e La Destra criticano il “reingresso degli epurati del 2009” e la possibile “new-entry dei dissidenti pur di farli tacere”, oltre alla ipotizzata “esclusione del partito della legalita-Idv (ma come fanno i dipiestristi a tollerare tutto quel che il Pd per primo ha combinato nell’assessorato agli Affari Sociali?”. Il centrodestra definisce tutto questo una “strategia di palazzo, per far sopravvivere –e malamente- un’amministrazione già morta.
Unico gesto dignitoso in questo caos restano le dimissioni del sindaco”.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su