vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Sigismondi esce allo scoperto: "Ringiovanire il Pdl. Così mi candiderei"

Più informazioni su

VASTO – E’ normale che parteggi per la linea verde. Etelwardo Sigismondi non si nasconde: “Se il partito dovesse scegliere questa linea, è chiaro che sarei determinato a portare avanti la candidatura a sindaco, se questa può servire a creare entusiasmo”.

Il coordinatore del Pdl di Vasto è uno dei papabili. Fa parte dello schieramento dei rinnovatori, quelli che vorrebbero alle prossime elezioni un leader del centrodestra sotto i 50 anni. Lui ne ha 36. Insieme a Manuele Marcovecchio e a Guido Giangiacomo, 44 e 43 anni, contende la nomination ad Antonio Prospero, “ma nessuna contrapposizione con lui, che ha indubbie capacità amministrative”, mette le mani avanti Sigismondi: “Il confronto deve essere sereno e non uno scontro tra due correnti. Vasto è talmente cambiata, che un under 50 potrebbe rappresentare un’iniezione di entusiasmo per coinvolgere altri nostri coetanei nella politica attiva, spingendoli a candidarsi, in modo da aprire il partito a una nuova fascia di vastesi, giovani professionisti ormai affermati e studenti che si sono laureati da poco e vogliono impegnarsi per la loro città. Si potrebbe operare una suddivisione di compiti: i più esperti – dice Sigismondi – potrebbero curare l’interesse della città a livelli superiori. I più giovani occuparsi dell’amministrazione comunale”.

Nel dibattito sul candidato sindaco del Pdl, “ora bisogna capire se è arrivato il momento di affidare Vasto a una nuova generazione di amministratori. A un sindaco che possa lavorare sodo per 10 anni”. Ma il tempo stringe. “Mi auguro – dichiara il coordinatore dei berlusconiani – che chiuderemo la questione prima di fine mese, quando il Pd probabilmente terrà le primarie”.

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su