vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Sel si schiera con Lapenna, Melilla: "Serve un vertice urgentissimo"

Più informazioni su

VASTO – “Un incontro collegiale urgentissimo”. Lo chiede Sinistra ecologia e libertà agli altri partiti del centrosinistra per risolvere la crisi aperta ieri dal sindaco di Vasto, Luciano Lapenna, che si è dimesso, rifiutando lo scontro fratricida alle primarie con Peppino Forte.

“Da mesi stiamo chiedendo alle altre forze del centrosinistra di vederci e sciogliere con coraggio e lungimiranza tutti i nodi aperti, chiedendo un atto di generosità a tuuele forze politiche per impedire che prevalgono personalismi e agguati vergognosi, come nel caso di Vasto, al sindaco Lapenna”, afferma polemico Gianni Melilla, leader regionale del partito di Nichi Vendola.

“La lezione delle ultime quattro elezioni provinciali e delle comunali di Chieti e Pescara (tutte realtà amministrate dal centrosinistra e vinte dalla destra) – ammonisce l’ex parlamentare – evidentemente non è stata di insegnamento al Pd che, essendo il partito più grande, ha maggiori responsabilità nell’aver determinato situazioni locali pericolose.
Occorre assumersi la responsabilità di dire basta a queste degenerazioni personalistiche e affermare una logica vincente di unità e trasparenza oltre che di capacità programmatica”.

Melilla punta il dito contro i Democratici e ricorda che la coalizione si è spaccata in diversi comuni in cui si andrà al voto il 15 e il 16 maggio: a Roseto e Penne, mentre “a Manoppello il Pd ha tre candidati sindaci, a Popoli due”.

Per questo, Sel ritene necessario “un incontro collegiale urgentissimo” con gli altri partiti di una coalizione da ricostruire.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su