vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

D'Alessandro (Pd): sanità del Vastese, si riunisca il Consiglio regionale

Più informazioni su

VASTO – “Ho scritto alla presidente della commissione Sanità, Nicoletta Verì, chiedendo la convocazione urgente della commissione e l’audizione di una delegazione dei medici che hanno redatto la proposta. Ho chiesto altresì che fosse presente nella seduta il commissario Chiodi o il sub-commissario Angela Baraldi. Se non avrò risposta immediata – conclude il capogruppo del Pd – chiederò la convocazione di un consiglio straordinario per discutere della sanità nel sud dell’Abruzzo e nelle zone interne”.  Lo annuncia Camillo D’Alessandro, capogruppo del Pd in Consiglio regionale.

 “Prima con il taglio dei posti letto – afferma – poi con il taglio delle unità operative complesse, il territorio della ex Asl di Lanciano-Vasto ha pagato il dazio più alto a favore della concentrazione di prestazioni e risorse sull’area metropolitana Chieti-Pescara, dove insistono ospedali pubblici, cliniche private ed università nel raggio di 10 chilometri. Mentre scompaiono reparti tra Lanciano e Vasto, altrove continua ad essere tollerato il fatto che in un ospedale ci siano tre primari sulla stessa specialistica (per esempio tre chirurgie ed altrove nulla). Di fatto Chiodi – aggiunge l’esponente del partito di Bersani – ha trasformato gli abruzzesi in due categorie, quelli di serie A, che vivono nelle parti dell’area metropolitana e quelli, di serie B concentrati nel sud della provincia e nei territori montani. In questi luoghi è più difficile raggiungere il primo ospedale utile ed è più facile morire, con il silenzio dei consiglieri regionali del Vastese e del Lancianese che siedono in maggioranza”.

Più informazioni su