vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Elezioni, già 5 candidati sindaci, uno in più del 2006. Saliranno a 7

Più informazioni su

VASTO – Si restringe il Consiglio comunale, aumentano i candidati. Gli aspiranti sindaci di sicuro. Forse anche gli aspiranti consiglieri.

Saranno le elezioni della frammentazione, quelle in cui il 15 e il 16 maggio (con eventuale ballottaggio due settimane dopo) i vastesi sceglieranno il primo cittadino e i rappresentanti che comporranno l’assemblea civica.

Consiglio più piccolo. Diminuiscono i seggi in Consiglio comunale. E’ entrata già in vigore ed è stata già applicata nella tornata elettorale dello scorso anno la legge taglia-consiglieri. La nuova normativa nazionale prevede, nel caso specifico di città delle dimensioni di Vasto, che i Consigli con 30 seggi scendano a 24.

Meno posti, vuol dire che serviranno più voti per essere eletti. Ma questo pare non intaccare affatto la corsa alla poltrona. Nel 2006, i candidati alle elezioni comunali furono in tutto 405. Praticamente uno ogni 100 abitanti, se si includono anche coloro che i 18 anni non li hanno ancora compiuti.

Frammentazione. La parola che rappresenta meglio questa fase pre-elettorale è frammentazione. Cinque sono i candidati sindaci già scesi in campo: Patrizia De Caro (Italia dei valori) Massimo Desiati (Progetto per Vasto), Nicola Del Prete (Alleanza per Vasto), Ivo Menna (La Nuova Terra) e Michele Celenza (lista civica Porta Nuova-Movimento 5 Stelle).

Sono già uno in più dei quattro leader che si presentarono agli elettori cinque anni fa: Luciano Lapenna, Giuseppe Tagliente, Peppino Forte e Guido Giangiacomo. Poi vinse Lapenna, ora sindaco dimissionario a seguito delle beghe interne al Pd e al braccio di ferro sulle primarie ingaggiato con Peppino Forte.

Proprio ieri sera i vertici locali e regionali del Partito democratico si sono riuniti per trovare una soluzione alla questione che sta ingessando il centrosinistra.

E poi c’è il Pdl, ancora impantanato nella scelta più importante. Il nome che spunta a sorpresa è quello di Mario Della Porta, ex presidente del Tribunale di Vasto e della Corte d’Appello dell’Aquila.

Gli altri in lizza sono già noti: Prospero, Sigismondi, Mariotti e Laudazi.

Di certo dai due poli ufficiali usciranno almeno due candidati alla poltrona più importante. Ma non è escluso che possano essere di più.

micheledannunzio@vastoweb.com

 

Più informazioni su