vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Associazione "De Curtis": "Aprire il teatro Rossetti alle compagnie"

Più informazioni su

VASTO – Il Teatro Rossetti di Vasto sia aperto alle compagnie amatoriali e alle rappresentazioni dialettali. Lo chiede all’amministrazione comunale l’associazione locale Principe Antonio De Curtis, che ha partecipato a “una bellissima iniziativa culturale” svoltasi “da dicembre 2010 a febbraio 2011 al Teatro Comunale Di Jorio di Atessa”, dove “nove compagnie amatoriali sono state selezionate ed invitate a gareggiare sul palco per vincere premi in palio e mostrare ad un pubblico che ha una forte esperienza in campo teatrale e una giuria i propri lavori prodotti e allestiti”.

La De Curtis ha messo in scena A cas’ da ricamatric’, scritta da Biagio Santoro, raccogliendo applausi a scena aperta e i complimenti delle autorità per il testo, definito strepitoso.

“Sul palco del teatro di Atessa – racconta una nota del sodalizio vastese – sono salite compagnie provenienti da tutto  l’Abruzzo, merito della riuscitissima rassegna è del direttore artistico Paolo Villanese e  del presidente dell’associazione Li Stuccabittune  a cui il Comune ha dato l’incarico e l’onere di tutta la manifestazione.
Il teatro gremito in ogni ordine di posti per l’occasione e per tutti gli spettacoli che si tengono, ha la stessa grandezza ed il fascino del Teatro Rossetti, con la differenza che nel nostro splendido gioiello le compagnie teatrali non sono ammesse per motivi non noti.
Sarebbe un’occasione da emulare e dare la possibilità anche ai vastesi di godersi spettacoli teatrali offerti da compagnie che niente hanno da invidiare ai professionisti, i quali spesso fanno scappare via gli spettatori per la delusione”.

micheledannunzio@vastoweb.com
 

Più informazioni su