vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Vinitaly 2011, assegnata la medaglia d'oro al vino vastese

Più informazioni su

VASTO – Grande riconoscimento per l’Azienda Vinicola Sergio Del Casale.  La partecipazione al 19° Concorso Enologico Internazionale Vinitaly 2011, svoltosi a Verona dal 28 marzo al 1 aprile è stato un successo per l’azienda vastese. Ben 5 vini sono stati premiati, con Gran Menzione o Gran Medaglia d’Oro.  Era questo il sesto anno di partecipazione per l’azienda e, contando i 5 di quest’ultima edizione, sono ben 20 i premi ricevuti (di cui 2 Gran Medaglie d’Oro e 2 Medaglie d’Oro), risultati che per un’azienda piccola e a conduzione famigliare, sono straordinari.

Nello specifico di quest’anno, i vini presentati in concorso e hanno vinto sono:
Gran Medaglia d’Oro con il Cerasuolo d’Abruzzo doc Casale San Biase 2010
Gran Menzione, con il Montepulciano d’Abruzzo doc Casale San Biase 2008, con il Montepulciano d’Abruzzo doc Diomedeo 2007, con l’ Histonium IGT rosso Vird’ Vird 2008 e con l’ Histonium IGT rosato Vird’ Vird 2010.

Ci dice Paola Del Casale: “I vini che hanno vinto provengono tutti dalla lavorazione delle nostre migliori uve, utilizzando le più avanzate tecnologie enologiche. Inoltre cerchiamo sempre di lavorare i vini nella maniera migliore, limitando l’uso di prodotti chimici su uve e vini in maniera tale da garantirne la giusta genuinità”.

Tra gli aspetti che caratterizzano la produzione dell’azienda c’è il forte legame con il territorio. “Prima di tutto – ci spiega Paola Del Casale- sia i rossi che i rosati sono ottenuti da uve Montepulciano d’Abruzzo, uno dei prodotti fiori all’occhiello della nostra regione. Inoltre le 3 linee commerciali a cui appartengono questi vini sono profondamente legate a Vasto e alla nostra famiglia.

La linea Vird’ Vird’ ” ad esempio, porta il vecchio soprannome del mio bisnonno Francesco Paolo Del Casale, al quale mio padre è stato profondamente legato e che gli ha trasmesso l’amore e la dedizione al lavoro ed alla famiglia. Inoltre entrambi i vini di questa linea sono degli IGT Histonium, ovvero vini legati strettamente al territorio Vastese, e sono ben poche le cantine che producono vini con tale denominazione, preferendo utilizzare le più commerciali e conosciute IGT provinciali.

La linea Diomedeo, caratterizzata da vini Montepulciano d’Abruzzo d.o.c. invecchiati in rovere, porta il nome antico del nostro Castello Caldoresco, e in pochi sanno che in origine nel progetto di costruzione, doveva chiamarsi castello Diomedeo in quanto la stessa fondazione di Vasto (l’antica Histonium) è legata al mito dell’eroe del mare Diomede.

Ed infine la linea Casale San Biase è legata al luogo dove la nostra azienda sorge e vive, ovvero la Contrada San Biagio, a Vasto”.

Giuseppe Ritucci

Più informazioni su