vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Pdl e Udc: "Piano del centro storico contro la legge"

Più informazioni su

VASTO – “Dopo cinque anni di immobilismo, l’Amministrazione Lapenna, in scadenza di mandato, si affretta ad approvare provvedimenti in spregio alla legge, e, nel caso di specie, all’art. 38 comma 5°, Testo unico degli enti locali, che impone alle amministrazioni, dopo la pubblicazione del decreto di indizione dei comizi elettorali, di adottare solo gli atti urgenti ed improrogabili”. Pdl e Udc annunciano il ricorso al difensore civico regionale contro la delibera con cui la maggioranza di centrosinistra ha approvato in Consiglio comunale il Piano di recupero del centro storico di Vasto.

Secondo il centrodestra, è un provvedimento “di natura propagandistica”. L’opposizione sottolina come la legge preveda che “tutti i provvedimenti adottati dalle amministrazioni, e in particolare le delibere consiliari, devono essere motivate e devono rivestire i caratteri della improrogabilità e della urgenza. Nessuno dei provvedimenti approvati dal Consiglio, nella recente seduta, rivestono tali caratteri. L’urgenza e la improrogabilità – attaccano i due partiti che sostengono Della Porta – invece sono rappresentate dalla tutela di interessi particolari di singoli, nonché dalla mera propaganda politica di una amministrazione che è stata per cinque anni immobile e litigiosa. Adesso, ad un mese dalle elezioni, vuole apparire come non è stata, e non è unita ed operosa”.

Pdl e Udc annunciano di voler “censurare la delibera in questione in sede di giustizia amministrativa. A tal proposito, abbiamo predisposto, congiuntamente, un quesito da sottoporre al difensore civico regionale in base al quale si richiede un suo parere circa la legittimità o meno dell’azione amministrativa in tal modo posta in essere dall’amministrazione Lapenna, in base al quale orienteremo la nostra azione”.

micheledannunzio@vastoweb.com

 

Più informazioni su