vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Inseguimento sulla s.s.16, due arresti per spaccio

Più informazioni su

VASTO – Non si fermano davanti alla paletta alzata dei carabinieri. Inizia un inseguimento sulla Statale 16. I militari si accorgono che uno dei due uomini in sella allo scooter lancia qualcosa. Una volta raggiunti e fermati i fuggitivi, gli investigatori raccolgono sul ciglio della strada un involucro che contiene 50 grammi di eroina.

Con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti sono stati arrestati nel tardo pomeriggio di ieri Angelo Mangiocavallo, 35 anni, operaio, e Leonardo Ganau, 46, privo di occupazione, entrambi di San Salvo. Sono già noti alle forze dell’ordine.

“Verso le 19, una pattuglia del Radiomobile, in servizio sulla Statale16 direzione Sud, impegnata in un controllo del territorio e della circolazione stradale, intercettava uno scooter con a bordo due individui che procedere verso il centro”, racconta Giuseppe Loschiavo, comandante della Compagnia di Vasto.
“I militari decidevano di fermare lo scooter  per identificare i due soggetti. Intimato l’alt, lo scooter, invece di fermarsi, accelerava con l’intento di eludere il controllo dei carabinieri.
I militari iniziavano un immediato inseguimento durante il quale notavano che il soggetto, seduto in qualità di passeggero, lanciava verso il ciglio della strada un involucro nel tentativo di disfarsene.
Dopo pochi metri l’auto dei carabinieri raggiungeva lo scooter e bloccava gli occupanti. Dal controllo alla banca dati si accertava che i due soggetti erano già conosciuti alle forze dell’ordine per reati contro la persona ed il patrimonio, oltre che per detenzione e spaccio di stupefacenti”.

La perquisizione personale non evidenziava alcuna irregolarità. “L’involucro, precedentemente buttato, veniva recuperato e all’interno i militari scoprivano che conteneva 50 grammi circa di sostanza stupefacente tipo eroina”, scrive l’ufficiale in una nota. I due arrestati sono stati condotti nel carcere di Torre Sinello, a Vasto.

Più informazioni su