vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Ambiente e sviluppo: le 5 domande ai candidati sindaci

Più informazioni su

VASTO – Cinque quesiti. Li proporrà nei prossimi giorni Vastoweb ai candidati sindaci di Vasto. Ecco le cinque domande che riguardano ambiente e sviluppo, temi che si incrociano e su cui si gioca il futuro della città.

1) Il Governo ha rilasciato a una compagnia irlandese la concessione a cercare petrolio nel mare abruzzese. Anche davanti alla costa Vasto. E’ favorevole a nuove piattaforme petrolifere?

2)  Nei giorni scorsi, Confindustria ha chiesto ai candidati un impego concreto: progetti di sviluppo credibili e confermare la vocazione industriale di Punta Penna. Gli ambientalisti si battono per la tutela della vicina riserva di Punta Aderci. Possono ancora convivere due realtà così diverse, oppure bisogna compiere una scelta? E quale?

3) Parco della Costa teatina: una prima, provvisoria determinazione dei confini prevede che l’area protetta comprenda l’intero nucleo abitato di Vasto. E’ d’accordo, oppure ritiene che il perimetro debba essere diverso?

4) Vasto ha fatto registrare per anni una forte espansione edilizia. Troppo, secondo l’arcivescovo Bruno Forte: circa 3mila 500 alloggi invenduti. Bisogna porre un freno o lo stop al cemento rischia di ingessare lo sviluppo della città?

5) Il Civeta, il consorzio che gestisce lo smaltimento dei rifiuti nel Vastese, è indebitato. I cittadini di Vasto e degli altri comuni hanno subito un aumento della Tarsu, la tassa sui rifiuti solidi urbani. Per migliorare la situazione finanziaria, il Civeta deve rimanere interamente pubblico o bisogna favorire l’ingresso dei privati nella gestione?

Michele D’AnnunzioGiuseppe Ritucci

Più informazioni su