vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Sacra Spina, questa sera la processione nel centro di Vasto

Più informazioni su

VASTO – Oggi è la Festa della Sacra Spina, ricorrenza molto sentita tra i vastesi, che la chiamano la Sanda Speine. Il venerdì antecedente la Settimana Santa, la reliquia, dopo la celebrazione eucaristica, viene portata in solenne processione per le vie dalla città. Questa sera, quindi, alle ore 18, inizierà la Celenbrazione Eucaristica nella Chiesa di Santa Maria Maggiore, presieduta dall’Arcivescovo Bruno Forte.

Ma qual è la storia di questa reliquia tanto cara e venerata dai vastesi? Il sito della Confraternita della Sacra Spina e Gonfalone riporta:

“La reliquia della Sacra Spina è di particolare interesse perché si ricollega alla Corona di spine che la tradizione riconduce alla passione di Cristo. Corona recuperata e poi donata da S. Luigi alla Cattedrale di Notre Dame di Parigi.

Nel corso dei secoli furono tolte non poche spine per essere donate a Chiese e Santuari per ragioni meritorie particolari, e il privilegio della donazione toccò anche alla Chiesa di S. Maria Maggiore di Vasto. La Sacra Spina è legata direttamente alla famiglia d’Avalos e, in modo particolare, a Ferrante Francesco II d’Avalos che, in coincidenza con il Concilio Ecumenico Tridentino (1545-1563), quale delegato del re di Spagna Filippo II, ebbe in dono la Spina con bolla del Pontefice Pio IV che ne certificava la donazione straordinaria. La bolla papale, purtroppo, andò distrutta in un incendio divampato nella notte del 14-15 giugno 1645.

Miracolosamente, la Sacra Spina rimase indenne grazie alla temerarietà di uno schiavo turco che, sfidando coraggiosamente le fiamme, riuscì a raggiungere la nicchia, ove era custodita, e a portarla in salvo, ricevendone, come premio, la libertà. Tale evento, ritenuto prodigioso, è raffigurato nella grande tela ad olio del 1857, situata sulla volta della navata centrale ed eseguita dal vastese Andrea Marchesani”.

Oggi, la Sacra Spina, oltre che a Vasto, viene venerata in altri luoghi: nella cattedrale di Andria, a Cassano Magnago, a San Giovanni Bianco, a Cusano Mutri in provincia di Benevento, nel santuario di Petilia Policastro, nel Duomo di Cremona, a Giffoni Valle Piana, in provincia di Salerno, a Santa Caterina, un piccolo paese di montagna in Provincia di Vicenza, a Vanzone con San Carlo (VB) e nel Santuario della Beata Vergine del Rosario di Pompei.

La solenne processione di questa sera è stata preparata con gli incontri di preghiera della quintena, che hanno visto anche il ritorno a Vasto di monsignor Edoardo Menichelli, per tanti anni nostro Arcivescovo.

Giuseppe Ritucci

Più informazioni su