vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

In mostra le opere di Lattanzio a 25 anni dalla scomparsa

Più informazioni su

VASTO – La collaborazione tra l’Assessorato alla Cultura del Comune di Vasto, l’Associazione culturale Settantaduedellarte e l’Associazione culturale Opificio AlterArs ha dato vita all’esposizione Filandro Lattanzio, il colore e l’atmosfera, allestita in occasione del 25° anniversario della scomparsa dell’artista vastese presso le nuove sale espositive di Palazzo d’Avalos. 

La mostra propone 46 opere provenienti dalla collezione civica e dalle collezioni private della figlia Viviane Dutaut e della cugina Ada Lattanzio. Una piccola ma significativa porzione della vastissima produzione pittorica dell’artista, che fornisce indicazioni circa gli approdi tematici e stilistici di Lattanzio. Le opere in mostra sono disposte secondo un andamento tematico.

A presentare l’iniziativa sono stati l’Assessore Anna Suriani e i curatori della mostra, Roberta Presenza e Michele Montanaro. “Sarà anche  l’occasione – ha detto la Suriani – per inaugurare due nuovi spazi espositivi all’interno del Palazzo. La mostra? E’ un atto dovuto da parte della nostra Città, l’occasione per testimoniare l’importanza di coltivare la memoria, di ricordare e conoscere un protagonista del panorama artistico di Vasto, un vastese che ha lasciato la propria impronta nella nostra storia culturale, anche attraverso i segni tangibili dell’intimo attaccamento alla propria terra”.

Era stato il consigliere Nicola D’Adamo, il 13 gennaio scorso, ricorrenza della morte di Lattanzio, a presentare una interrogazione al Sindaco per sollecitare un evento in memoria dell’artista vastese.

L’inaugurazione della mostra, che resterà aperta fino al 31 agosto 2011, si terrà sabato 23 aprile alle ore 18. Gli orari: martedì, giovedì, sabato e domenica dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.30. Mercoledì e venerdì dalle 9.30 alle 12.30. L’ingresso è gratuito 

giusepperitucci@yahoo.it

Più informazioni su