vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Quartiere San Paolo, giochi interdetti ai bambini

Più informazioni su

VASTO – Erano stati i carabinieri, sabato sera, a interdire a Vasto un playground e una panchina della villa dinamica comunale del quartiere San Paolo. Ma ieri, giorno di Pasquetta, tanti bambini giocavano proprio dove è proibito.

E dove il nastro segnaletico sistemato dai militari si è spazzato o è stato fatto a pezzi. In quello che negli anni Novanta era stato pensato come il polmone verde (costato allora un miliardo di lire) del rione più popoloso della città periodicamente si registrano le lamentele dei residenti sulla manutenzione di giochi, verde pubblico e sulle condizioni del laghetto. Una zona frequentata soprattutto dai più piccoli. I genitori chiedono condizioni di massima sicurezza per i momenti di svago dei loro figli.

Per sollecitare interventi immediati, un esposto al procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Vasto, Francesco Prete, e ai comandanti di carabinieri e polizia municipale, Giuseppe Loschiavo e Sergio Petrongolo, è stato presentato da Stefano Moretti, dell’associazione Azzurro per la libertà.

“Ho chiamato – racconta Moretti – per ben due volte il Comando della polizia municipale nel pomeriggio del 23 aprile, ma altrettante volte è stato negato l’intervento, giustificando il diniego con il fatto che i responsabili di settore del Comune di Vasto erano stati prontamente informati”. Nel tardo pomeriggio di sabato scorso, i carabinieri hanno recintato una panchina e un giochino della villa dinamica con del nastro segnaletico e sollecitato l’intervento degli addetti del municipio. Ieri, però, i ragazzini giocavano nei punti vietati.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su