vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Sparatoria a Vasto Marina, lunedì udienza di convalida

Più informazioni su

VASTO – “La prima cosa che mi ha chesto è come
sta il ferito”. Così Massimiliano Baccalà, uno dei legali che difendono
Alessandro
Iarocci, 42 anni, di Vasto, da giovedì scorso in carcere a Vasto
con l’accusa di tentato omicidio. E’ stato lui, secondo i carabinieri, a
far fuoco cinque volte a colpi di pistola contro Graziano Scutti, quarantenne
pescatore vastese, davanti al Blue Marine di Vasto Marina. L’uomo è salvo
per miracolo. L’avvocato Baccalà ha potuto parlare per la prima volta con
il suo assistito oggi pomeriggio nella casa di pena di Torre Sinello, prima
dell’udienza di convalida dell’arresto, fissata alle 9 di lunedì prossimo
in Tribunale e alla quale assisterà anche l’altro difensore dell’indagato,
Fiorenzo Cieri. Nulla di certo trapela sul movente del fatto di sangue. I carabinieri, nel frattempo, continuano a
sentire
i testimoni oculari del grave episodio per cercare di far luce sul fatto
che ha scosso la quiete della località balneare. Lo scorso inverno la vecchia
Audi di Iarocci, in sosta in Via Zara a Vasto Marina, era stata distrutta
da un incendio doloso, uno dei tanti della scia di fuoco alimentata da un
misterioso piromane. Episodio su cui indagano i carabinieri. Ora il 42enne si dice dispiaciuto
per quei coli sparati a bruciapelo al suo coetaneo. (Agi) 

Più informazioni su