vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Angelo Pollutri: "Su Vergassola polemiche pretestuose"

Più informazioni su

VASTO – “Pretestuose e fuori luogo”. Così Angelo Pollutri, coordinatore organizzativo provinciale del Pd, bolla le polemiche sull’utilizzo del palazzetto dello sport di Vasto per ospitare la kermesse elettorale con il comico Dario Vergassola, che ha intervistato Enrico Letta, vice segretario del Partito democratico, e Luciano Lapenna, candidato sindaco del centrosinistra.

 

“L’altra sera- scrive Pollutri – la città ed il comprensorio hanno assistito ad un evento politico ,che di solito si ha la possibilità di vedere solo in grandi città e gli ospiti ricorderanno Vasto come un grande palcoscenico della politica italiana e dove diventerà aspettativa personale potervi salire.

Gli ospiti dovevano, per motivi organizzativi e scenici innovativi ,essere accolti in una “location” moderna, dinamica,innovativa al pari delle idee e del modo di essere del candidato Sindaco Luciano Lapenna.

Chi è in grado di innovare la campagna elettorale promuovendo anche ai leader nazionali il territorio di competenza , ha nel dna la capacità di ammodernare la politica locale,guardando ai giovani cercando di parlare a loro senza perdere di vista i grandi valori dell’esperienza politica dei più navigati.

L’altra sera a Vasto e’ stato ospite un leader nazionale, che nella stessa serata ha rappresentato il centrosinistra nazionale in una rete televisiva di Mediaset e non Rai3.

Continuare a discutere sull’utilizzo del palazzetto quale luogo in grado di ospitare un leader nazionale con la partecipazione di 1200 persone che hanno girato nell’ambiente per l’intero pomeriggio vuol dire non tener conto neanche delle ragioni di sicurezza che queste iniziative meritano.

Oltretutto, l’esternalizzazione della gestione non esclude affatto l’utilizzo della struttura per altre manifestazioni non sportive (concerti, danza,convention ed altro) che in ogni caso, restano a discrezione assoluta dell’ente gestore”.

 

La polemica – Un’interrogazione a risposta scritta, è stata presentata questa mattina dal Consigliere comunale del Pdl, Etelwardo Sigismondi, per sapere in base a quale articolo del regolamento per l’utilizzo e la gestione del PalaBcc è stato concesso, ai partiti del centrosinistra, di usufruire del Palazzetto dello sport per organizzare una iniziativa a sostegno del candidato Sindaco Luciano Lapenna. “Non è più accettabile – ha detto Sigismondi – quello che accade in questa città. Il Sindaco Lapenna utilizza strutture pubbliche per la sua campagna elettorale. Nel regolamento per l’utilizzo e la gestione del PalaBcc – ha spiegato il Consigliere del Pdl – è esplicitato come tale struttura può essere concessa ad ‘Enti di promozione sportiva’; ‘Federazioni, associazioni, società sportive riconosciute dal Coni o affiliate a enti di promozione sportiva’; ‘Istituzioni scolastiche’; ‘Associazioni sportive studentesche e/o gruppi  sportivi scolastici’; ‘Associazioni del tempo libero per l’effettuazione di attività sportive, formative, ricreative ed amatoriali’; ‘Enti ed associazioni culturali e sociali’; ‘Società o associazioni che svolgono attività per il settore giovanile, per adulti ed anziani o per portatori di handicap e soggetti con difficoltà psichica e/o sociale’; ‘Società o associazioni che praticano discipline diffuse in misura minore sul territorio’. Sempre nel regolamento, all’art. 1 comma 2, viene anche stabilito che ‘tale struttura è destinata all’uso pubblico e alla pratica dello sport agonistico, dilettantistico e professionistico, per il tempo libero dei cittadini nonché per favorire l’aggregazione e la solidarietà sociale.’ Non mi sembra quindi – ha proseguito Sigismondi – che questo spazio possa essere concesso a partiti politici per iniziative elettorali così come è accaduto ieri sera ed anche in occasione delle elezioni primarie del Partito democratico. L’atteggiamento del Sindaco denota l’allegra gestione che in questi anni l’Amministrazione ha fatto della cosa pubblica.  Non mi stupirei – ha ironizzato – se nei prossimi giorni di campagna elettorale al sindaco Lapenna venisse in mente di organizzare un party per i suoi amici sul bordo della piscina comunale oppure un pic nic sul prato dello stadio Aragona. Rimango basito dal modo disinvolto con cui il Sindaco usufruisce delle strutture pubbliche, e questo la dice lunga sulla trasparenza ed il rispetto delle regole al quale lui stesso fa spesso riferimento non dando, alla fine, il buon esempio.

Fare chiarezza su questo argomento – ha concluso Etelwardo Sigismondi –  risulta di fondamentale importanza in quanto, nel regolamento per la gestione del PalaBcc, la violazione, anche di una sola norma, comporta la revoca dell’affidamento della gestione dell’impianto al gestore.”

Più informazioni su