vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Dalla protesta alla proposta, dai cittadini appelli alla politica

Più informazioni su

VASTO – Mancano 10 giorni al voto con cui i vastesi saranno chiamati a scegliere sindaco e consiglieri comunali. Si moltiplicano gli appelli dei cittadini nei confronti dei candidati. Proteste e proposte. Ne pubblicmao due.

Contrade – L’associazione VASTO DUE, in riferimento alla clamorosa decisione degli abitanti di Piano di Marco di dichiarare uno sciopero del voto per le prossime elezioni amministrative di Vasto, invita ufficialmente tutti i candidati sindaci ad un incontro pubblico da tenersi a Piano di Marco il giorno sabato 7 maggio  alle ore 11.30  in cui confrontarsi con i rappresentanti di VASTO DUE, con il portavoce della protesta nonché membro del direttivo dell’associazione, Nicola Fiore e con tutti i cittadini della contrada, con lo scopo di giungere ad un impegno ufficiale di risoluzione delle principali problematiche riguardanti il territorio  e di conseguenza far rientrare la clamorosa protesta.

Imprese – Un appello ai candidati viene rivolto da Peppino Marino, noto operatore economico vastese: “Credo che il quinquennio che ci aspetta imporrà nuove scelte, al pari di quelle che furono compiute negli anni sessanta con l’industrializzazione del vastese che portò tanta occupazione e benessere.
Auspico che il modello di sviluppo che si vorrà sostenere punti sulla diversificazione ed integrazione tra i vari comparti: turismo, commercio, industria e servizi. Per ridare slancio e vigore alla nostra città, sotto l’aspetto occupazionale e del benessere, si dovrà puntare su tutti i settori trainanti senza posizioni preconcette. Saremo bravi se favoriremo gli investimenti nell’ottica di una corale e unitaria strategia di sviluppo. La mia personale esperienza, ad esempio, mi porta ad affermare che il porto può rappresentare un punto di forza per lo sviluppo del territorio, senza che questo venga visto come elemento di preclusione per la valorizzazione ambientale e turistica.
Da elettore tifo perché il 15 maggio vinca anzitutto Vasto, sulla spinta di quella volontà programmatica in grado di allontanare insofferenze, riserve e tentennamenti che non producono al livello politico, quasi mai, delle scelte. E’ chiaro che tutti dovremo essere partecipi di questa vittoria della città, scegliendo la strada della convergenza sulla soluzione dei problemi, abbandonando posizioni preconcette o interessi di parte e personali.
Nel nostro agire quotidiano due elementi non dovrebbero mai venir meno: fantasia e coraggio. Vasto ha le caratteristiche per tornare a giocare un ruolo chiave per l’intero territorio a cavallo tra la Val di Sangro e il Molise. 
Ma da elettore so che solo la politica animata da idee, progetti, e interesse vero e appassionato è la strada che segnerà la crescita di Vasto o, invece, il suo tirare a campare. Spero, mi auguro, di incrociare la politica della crescita e battermi per essa”.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su