vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Il telemetro contro la pesca abusiva

Più informazioni su

VASTO – Centotrenta chili di pesce da consumarsi preferibilmente entro il 2008 sono stati sequestrati dalla Guardia costiera di Vasto, che ora si prepara a fare la guerra a vongolare e pescherecci delle altre marinerie che sconfinano, avvicinandosi troppo alla costa. Nuovi mezzi tecnici per garantire il rispetto delle regole ed evitare, di conseguenza, acque torbide a Vasto Marina in piena stagione balneare.

Telemetro – Lo strumento laser verrà utilizzato sulla costa vastese per calcolare la distanza delle imbarcazioni dalla costa. L’apparecchiatura verrà messa a disposizione dalla Protezione civile Giacche verdi di Vasto. Lo prevede l’accordo raggiunto stamani nel vertice presso la Guardia costiera di Punta Penna tra il responsabile del gruppo vastese di Protezione civile, Eustachio Frangione, e il comandante del porto, tenente di vascello Daniele Di Fonzo.

Chi verrà scoperto a violare la distanza minima di 500 metri dalla riva verrà pesantemente multato e perderà il pescato. Stesso discorso per i pescherecci a strascico che si spingono entro il limite delle 3 miglia.

“La Protezione civile – spiega Di Fonzo – fornirà anche sofisticate apparecchiature fotografiche in grado di rilevare a distanza l’esatta posizione dei pescherecci e i dati necessari alla loro identificazione. L’iniziativa – è l’auspicio dell’ufficiale – dovrebbe consentire di arginare in modo piuttosto tempestivo ed efficace l’annosa problematica”.

Controlli sul rispetto delle regole della pesca, ma anche riguardo alle norme relative alla conservazione del pescato. Gli uomini dell’Ufficio circondariale marittimo di Vasto, insieme a una task-force della Direzione marittima di Pescara, hanno trovato in un importante centro di stoccaggio e spedizione del Vastese una tonnellata di prodotto congelato che avrebbe dovuto essere consumato preferibilmente entro il 2008, mentre altri 30 chili erano privi dell’etichettatura obbligatoria per legge. Le analisi sullo stato di conservazione verranno svolte dal medico della Asl, Giovanna Ricchezza.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su