vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Udc: guai a fare voto incrociato

Più informazioni su

VASTO – “Non c’è più il modello organizzativo della Dc, ma quella cultura c’è ancora, partendo dalle comunità locali. Il nostro è il partito della vita e della famiglia”. E’ con un richiamo ai valori democristiani che Francesco D’Onofrio, senatore ed ex ministro, lancia l’Udc verso il traguardo delle elezioni di domenica e lunedì.

A Vasto, nella sede dei centristi, in corso Europa, incontra il candidato sindaco del centrodestra, Mario Della Porta, il consigliere regionale Antonio Menna, i coordinatori regionale e provinciale, Enrico Di Giuseppantonio e Angelo Cellini, iscritti, candidati e simpatizzanti del partito di Casini.

“La vicenda di un magistrato sindaco sarebbe anche un segnale nazionale”, dice D’Onofrio a Della Porta.

E lui, l’ex giudice entrato in politica, tiene a sottolineare che “non appartengo a nessun partito. Sono un indipendente di centrodestra. Siamo convinti di potercela fare, non per merito nostro, ma anche per demerito degli altri”.

Menna individua gli obiettivi in caso di vittoria elettorale: sviluppo del porto, variante alla Statale 16, valorizzazione del turismo, eliminazione degli scarichi a mare. Poi avverte: “Guai a vedere anche un solo candidato consigliere dell’Udc che invita gli elettori al voto disgiunto”, ossia a votare un candidato sindaco diverso da Della Porta.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su