vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Per la San Gabriele uno storico ritorno in B2

Più informazioni su

VASTO – Non ci credeva più nessuno, o quasi. Dopo la sconfitta di domenica scorsa a Casoli, le speranze di promozione della San Gabriele Volley erano ridotte al lumicino, se non nulle. E invece, in una piovosa serata di metà maggio, avviene il miracolo sportivo. Casoli va  perdere a Montorio per 3 a 1 e resta in serie C, la San Gabriele vince contro Tortoreto e si guadagna una storica promozione in B2, 23 anni dopo le imprese della Biomedis.

Ettore Marcovecchio è raggiante nel post partita: “Avevamo preparato bene anche quest’ultima gara, per non restare con eventuali rimpianti. Ed abbiamo avuto ragione. Credo che la differenza con le altre squadre sia dovuta al fatto che sia noi che il Casoli abbiamo giocato bene anche fuori casa. Dopo la sconfitta di domenica scorsa eravamo amareggiati, invece i due set conquistati lì hanno fatto la differenza”.

La San Gabriele che oggi ha vinto il campionato è un gruppo di ragazze delle annate del 1993/1994, che giocano insieme già da tanti anni. Hanno iniziato il loro percorso quando avevano solo 10 anni, con Maria Luisa Checchia, che aveva preso parte da protagonista alle annate vincenti della Biomedis Vasto. “Per me è un sogno che si realizza –dice Maria Luisa, non senza commozione -. Quando abbiamo iniziato con queste ragazze speravo di arrivare a questo livello. E’ un gruppo straordinario, disposto a lavorare e fare sacrifici. E’ la dimostrazione che il lavoro paga. Questa società fa un lavoro straordinario con i giovani. Abbiamo anche dimostrato che uno staff di allenatori che collabora fino in fondo è davvero vincente, lavora bene e raggiunge traguardi importanti”.

Queste giovanissime campionesse del volley, nel loro percorso attraverso le categorie giovanili, hanno vinto tantissimi titoli, provinciali, regionali e nazionali. Solitamente, i ragazzi che praticano sport, prendono come modello di riferimento i grandi e celebrati campioni. Le ragazze della San Gabriele, il loro modello ce l’hanno in casa. Si chiama Caterina De Marinis, donna e atleta straordinaria, che, come dice la Checchia “è la cicogna di questo gruppo, che guida le sua compagne più giovani”. Caterina aveva deciso di smettere di giocare al termine di questa stagione. “Mi dispiace per lei –dice Marcovecchio sorridendo – ma si è guadagnata un’altra stagione in campo”.

Prima di andare a festeggiare le ragazze ci raccontano le loro emozioni, con voce unanime: “Siamo felicissime. Siamo convinte che alla fine vince il migliore. Abbiamo avuto un anno difficilissimo, con tanti infortuni. Però siamo convinte che il lavoro alla fine paga, e ne abbiamo avuto dimostrazione. Il Casoli aveva iniziato a festeggiare domenica scorsa, erano sicure di aver vinto, e alla fine a loro è andata male. Noi ci abbiamo creduto fino alla fine e abbiamo avuto ragione”.

Probabilmente non ancora si rendono conto di aver conquistato un risultato straordinario, che, nella prossima stagione, le attesta come la prima squadra della città per categoria disputata. Un bel successo per una società, la San Gabriele Volley, che continua a compiere il suo lavoro con i giovani, con costanza, passione e competenza.

La dimostrazione arriva dall’ennesima finale nazionale conquistata. Le ragazze dell’under 14, allenate da Caterina De Marinis (che oltre ad essere straordinaria in campo inizia ad ottenere successi anche in panchina), hanno battuto le pari età del Lanciano e dell’Antoniana Pescara. Ora, dal 26 al 29 maggio, saranno in campo a Napoli, contro le squadre più forti di tutta Italia.

Giuseppe Ritucci

Più informazioni su