vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Giangiacomo: "Dopo il ballottaggio il Pdl si rinnovi"

Più informazioni su

VASTO – “Il segnale che gli elettori ci hanno dato è molto chiaro”. Guido Giangiacomo, capogruppo uscente del Pdl, chiede che si apra una fase nuova. E che lo si faccia subito dopo il ballottaggio tra Della Porta (centrodestra) e Lapenna (centrosinistra).

La richiesta che squarcia il velo di un malcontento latente in alcuni settori dei berlusconiani arriva a poche ore dalla riunione convocata per stasera alla pizzeria Marino di via Cavour per fare l’analisi del voto e organizzare la strategia in vista del secondo turno elettorale, quello in cui i vastesi decreteranno chi sarà il sindaco per i prossimi 5 anni.

Giangiacomo, cosa sta succedendo nel Pdl?

“Il primo turno elettorale ha evidenziato un dato importante: i nostri candidati più votati sono quasi tutti sotto i 45 anni. Questo significa che gli elettori hanno mandato un segnale forte. Vogliono un rinnovamento della classe dirigente del Pdl. Cosa che non è accaduta nel centrosinistra, dove ai primi posti si sono classificati esponenti della vecchia dirigenza che, evidentemente, sono ancora graditi al loro elettorato”.

Quando parla di rinnovamento e di classe dirigente a chi si riferisce? Ad Antonio Prospero e Giuseppe Tagliente?

“Mi riferisco a Prospero, Tagliente, a una classe dirigente che deve prendere atto dei risultati del primo turno e del segnale preciso che è venuto dall’elettorato”.

In vista del ballottaggio riuscirete a rimanere uniti?

“Ci metteremo a lavorare ventre a terra per Della Porta e invitiamo tutte le forze di centrodestra a fare altrettanto. Vediamo come va. Ma poi, in ogni caso, nel Pdl si dovrà cambiare”.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su