vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Dune, gli albergatori vogliono partecipare alla gestione

Più informazioni su

VASTO – Gli imprenditori turistici vogliono partecipare alla gestione della riserva naturale delle Dune di Vasto Marina.

La richiesta è del consorzio Vasto Golfo d’Oro, che raggruppa gli albergatori della costa vastese. Proposte condivise da Federturismo-Confindustria, Federalberghi-Confcommercio e Assoturismo-Confesercenti. Tutto è contenuto nelle osservazioni (proposte di modifica) presentate dalle associazioni degli imprenditori turistici al Piano di gestione dell’area dunale, qualificata come Sic, sito d’interesse comunitario posto sotto tutela dell’Unione europea. Il Piano è stato redatto dalla cooperativa Cogecstre, che ha sede a Penne e opera anche a Vasto, dove gestisce la riserva naturale regionale di Punta Aderci.

“Le osservazioni – si legge in una nota del consorzio Vasto Golfo d’Oro – sono tutte incentrate alla collaborazione, tra operatori turistici e Comune,
per una migliore gestione dell’area che non pregiudichi l’attività turistica e la tutela
dell’ambiente.
I contenuti principali delle osservazioni sono così sintetizzati: accessi adeguati per le
strutture turistico-ricettive, per i disabili e il salvataggio – miglioramento dell’offerta
turistica in termini di servizi al pubblico – coinvolgimento delle strutture alberghiere nella
gestione dell’area – piano di gestione dei rifiuti.
Il consorzio, infatti, nel ritenere utile il piano di gestione, ha dovuto constatare il mancato
coinvolgimento degli operatori del settore nella sua redazione, con un risultato che ha
prodotto un piano che non tiene conto della fruibilità turistica dell’area in questione.
Secondo le linee guida della procedura Habitat 2000, infatti, lo sviluppo delle attività
economiche ecosostenibili devono essere prioritarie nella redazione dei pani di gestione di
queste aree. L’area Sic Marina di Vasto, come noto, è circondata da molti appartamenti a
uso turistico, ben 12 hotel e 2 campeggi.
La capacità di sviluppo turistico del nostro territorio parte dalla salvaguardia delle bellezze
naturali e dalla loro fruizione turistica. Senza il connubio di queste due azioni, non saremo
in grado di dare attuazione al principio di sviluppo sostenibile e durevole, fondamento
della più avanzata politica ambientale”.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su