vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Boca Punta Penna, la prima stagione è da incorniciare

Più informazioni su

BOLOGNA – Allo stadio “Renato Dall’Ara” il Boca Punta Penna disputa la finalissima per aggiudicarsi il titolo della categoria Dilettanti. L’avversario è ancora una volta l’Associazione Amigos, già incontrata due volte in questa stagione (una vittoria per parte), squadra composta da ragazzi capoverdiani di stanza a Bologna. Purtroppo, a causa del ridotto numero di atleti inseribili in distinta, non tutti coloro che avrebbero meritato di calcare l’erbetta calpestata in passato da atleti del calibro di Baggio e Pagliuca riescono a farlo, con grande rammarico della dirigenza e di quanti sono invece potuti scendere in campo.

La partita inizia con gli Amigos che pressano su ogni pallone e creano molte occasioni da rete. La partita si sblocca al quarto d’ora quando la punta capoverdiana scatta sul filo del fuorigioco e batte Giardino in uscita con un preciso rasoterra. Al ventesimo il Boca rischia di subire il raddoppio, ma questa volta l’uscita dell’estremo difensore biancorosso è efficace e sventa la minaccia. Il primo tempo si chiude con questo punteggio. Nella ripresa il Boca effettua in cinque minuti tutti i dieci cambi a disposizione, cambiando totalmente volto alla squadra. A causa dello svantaggio i vastesi sono costretti ad avanzare il proprio baricentro, scoprendo il fianco al contropiede delle velocissime punte avversarie. Nonostante la palla sia costantemente sui piedi dei biancorossi è l’Associazione Amigos ad avere le occasioni migliori ma prima Bruno in uscita e successivamente il montante alla sinistra del portiere vastese tengono ancora aperto il match. Per il Boca da segnalare un paio di conclusioni da fuori area di Russo che sfilano all’esterno della porta capoverdiana. Allo scadere l’occasione migliore per i biancorossi: il destro di Russo sembra destinato a finire sotto l’incrocio dei pali ma un difensore avversario riesce di testa a deviare in calcio d’angolo e a mettere in cassaforte il risultato.

Finisce dunque uno a zero per l’Associazione Amigos, vittoria del tutto meritata per quanto fatto vedere sul rettangolo di gioco. La bacheca del Boca si riempie comunque dei primi due trofei della sua storia, consegnati ai vastesi dal presidente della UISP: uno per la conquista del primo posto in campionato e l’altro per il secondo posto conquistato nei play-off. Negli spogliatoi comunque grande festa, grazie anche al gemellaggio con i capoverdiani (anche loro con numerosissimi supporters al seguito) che ha contribuito a rendere il fair-play il padrone incontrastato della sfida. Spumante a fiumi dunque nel tunnel degli spogliatoi, anche per festeggiare il ventiquattresimo compleanno dell’atleta Francesco Del Forno, capitano per la partita odierna, a cui vanno i più sinceri auguri da parte dell’intera squadra. I festeggiamenti sono poi proseguiti in serata sotto i portici del capoluogo felsineo, visto anche il diluvio che si è abbattuto su Bologna appena finita la gara.

Finisce così una stagione comunque da incorniciare per il Boca Punta Penna, per quanto fatto vedere in campo ma soprattutto al di fuori del rettangolo verde. La dirigenza vuole innanzitutto ringraziare tutti gli atleti, specie quelli che hanno giocato di meno, per l’enorme spirito di sacrificio dimostrato e che ha contribuito a creare un gruppo di amici, prima ancora che una squadra di calcio. Il secondo ringraziamento va poi a tutti i tesserati non atleti, a coloro che hanno seguito sempre la squadra(specie a quelli presenti oggi sugli spalti del Dall’Ara) assiepando spesso le tribune dei vari campi bolognesi e a quelli che da Vasto si sono interessati alle vicende dei biancorossi, nessuno ha mai fatto mancare il proprio affetto ai ragazzi. Un ultimo pensiero e un forte abbraccio va infine all’atleta Fabio Pomponio, che oggi non è potuto scendere in campo per problemi personali e al quale la società vuole far sentire la propria vicinanza.

Questi gli atleti presenti in distinta: 1 Giardino S., 2 Gileno, 3 Radoccia, 4 Del Forno (C), 5 Della Casa, 6 Di Giacomo, 7 Tana, 8 Mariotti, 9 Zillotti, 10 La Verghetta N., 11 Brindisi, 12 Bruno, 13 Tresca, 14 Palazzo, 15 Mileno, 16 Baccalà, 17 Di Fabio, 18 Russo, 19 De Gregorio, 20 Vicino, 21 Bozzelli. Dirigenti: Giardino L., Ricci, Cantalicio, Colella, Cupaiolo, Serafini G., La Verghetta S., Di Laudo, Iacovitti. Assenti, ma comunque facenti parte della rosa: Menna, Fiore, Serafini V., Maccione, Pomponio, La Verghetta L., Pachioli, Urbano, Fino P., Fino G.

Simone Giardino

 

Più informazioni su