vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Centrosinistra polemico: "Provincia, promesse mancate"

Più informazioni su

VASTO – Il bilancio di previsione è la dimostrazione delle promesse non mantenute dall’amministrazione provinciale di Chieti. Lo affermano i consiglieri provinciali di centrosinistra Nicola Tinari, Eliana Menna, Palmerino Fagnilli, Giovanni Mariotti e Michelino Natale, da cui riceviamo e pubblichiamo:

“E’ sconvolgente l’arroganza con la quale l’attuale maggioranza di centrodestra della provincia di Chieti a guida Udc, ha affrontato l’appuntamento più importante per l’Ente, l’approvazione del bilancio di previsione 2011. Inutile dire che un bilancio di previsione approvato il 10 giugno è lontano da ogni pratica di buona amministrazione. Se oltre a questo ci si aggiunge che molti capitoli, quali cultura, sociale e turismo sono senza fondi, si capisce chiaramente il modo di amministrare di questa maggioranza! La predisposizione di questo bilancio è un mero esercizio contabile che non individua priorità e che non incide sulla realtà della nostra provincia. Dopo sette ore di discussione, i gruppi dell’Idv, RC, e Sel, hanno deciso di abbandonare l’aula in segno di protesta. Non era più possibile affrontare la discussione con un’ aula quasi sempre vuota e non era più tollerabile l’atteggiamento di completo disinteresse da parte della maggioranza. Neanche la richiesta di condivisione di un ordine del giorno sulla difesa dell’acqua pubblica ha trovato accoglienza tra i loro banchi. Visti i referendum ormai imminenti, ritenevamo importante affrontare almeno il tema dell’acqua. Per tutta risposta, in considerazione del fatto che l’odg era stato protocollato il 09 maggio, non si è voluta fare la discussione e si è passati direttamente al voto che chiaramente è stato negativo. Il Consiglio provinciale non ha mai avuto il tempo di discutere il problema dell’acqua?  Saranno soddisfatti di aver approvato un bilancio di previsione, il 10 di giugno, senza fondi in settori in settori strategici e senza un reale confronto? Aspettiamo fiduciosi che il presidente Di Giuseppantonio concretizzi le tante promesse fatte sul turismo, sulla cultura e sull’occupazione, mettendo prima di tutto le risorse necessarie in bilancio”.

Più informazioni su