vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Pestaggio in centro, denunciato 25enne

Più informazioni su

VASTO – Sono state le intercettazioni telefoniche eseguite dalla polizia nell’ambito dell’operazione Crash a consentire agli investigatori di individuare uno dei presunti responsabili del pestaggio avvenuto il 29 settembre 2010 nel centro storico di Vasto.

Con l’accusa di lesioni personali aggravate in concorso, gli agenti del Commissariato di via Bachelet hanno denunciato R.V., 25 anni, di Vasto, già noto alle forze dell’ordine. Secondo il vice questore Cesare Ciammaichella, “il gruppo era composto da circa 10 persone” che, nelle telefonate intercettate, “raccontavano, vantandosi del gesto, tutte le fasi del pestaggio, asserendo di aver picchiato la vittima in 10, anche sferrando calci sulla faccia e il capo banda, in particolare, asseriva di aver prelevato uno sgabello per colpirlo e ammazzarlo, fortunatamente senza riuscirci, poiché fermato da un componente del gruppo”.

La ricostruzione dei fatti – E’ accaduto il 29 settembre scorso. “Una voltante interveniva nel centro storico, dove un gruppo di ragazzi aveva brutalmente malmenato una persona, lasciandola a terra priva di sensi”, racconta il dirigente del Commissariato.

Alcuni passanti, dopo aver visto il corpo steso a terra, avevano lanciato l’allarme. Trasportato all’ospedale San Pio da Pietrelcina da un’ambulanza del 118, gli veniva diagnosticato un trauma cranico facciale con edema ecchimotico palpebrale e contusioni multiple. Prognosi di guarigione: 15 giorni.

Le indagini – “La vittima del pestaggio – spiega Ciammaichella in un comunicato – sporgeva denuncia presso il Commissariato, riferendo di essere stato selvaggiamente aggredito da alcuni giovani, che lo avevano riempito di calci e pugni per futili motivi. Riferiva inoltre che i giovani si erano poi dati alla fuga facendo perdere le tracce. Il denunciante descriveva le persone che lo avevano aggredito e venivano sentiti a verbale anche alcuni testimoni”.

Intanto, il settore Anticrimine del Commissariato stava svolgendo “un’importante indagine con intercettazioni telefoniche e ambientali e, proprio grazie ad alcune intercettazioni, si aveva modo di riscontrare che il gruppo di giovani che avevano messo in atto il pestaggio faceva capo a una persona intercettata, nota alle forze dell’ordine”. Secondo gli agenti, si tratta di “R.V., già noto alle forze dell’ordine”. Nei suoi confronti è scattata la denuncia.

 

Più informazioni su