vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

"Salviamo il Monumento ai Caduti prima che sia tardi"

Più informazioni su

VASTO – “Il Monumento ai Caduti è in cattive condizioni. Servirebbe al più presto un intervento di restauro. Così com’è ora non si rende onore a tutte le persone i cui nomi sono scritti sopra, anzi si offende la loro memoria.”. Lo dice l’architetto Francescopaolo D’Adamo, facendo notare come “nella parte superiore si notano infiltrazioni d’acqua, in più le lapidi con i nomi e la statua dell’angelo sono annerite. A lungo andare ciò potrebbe causare danni irreparabili”.

Il Monumento, posto nel giardinetto di piazza Caprioli dopo essere stato per anni in piazza Pudente, è stato inaugurato, come si legge nell’iscrizione, il 24 maggio 1922, in onore dei caduti vastesi nella Grande Guerra (I guerra mondiale, 1915-1918). In seguito al secondo conflitto mondiale, i vastesi hanno voluto dedicarne la memoria anche alle vittime di questa seconda tragica guerra.

E’ quindi un simbolo importante per conservare la memoria della storia del nostro Paese, in cui tanti nostri concittadini hanno preso parte in prima persona, spesso con il sacrificio della loro vita.

Serve un’opera di restauro, ma, considerando la situazione economica attuale, viene difficile da pensare che il Comune possa farsene carico. Potrebbe essere qualche ente o associazione a finanziarne il restauro.

Nel 2008-2009, il monumento a Gabriele Rossetti è stato pregevolmente restaurato a cura del Lions Club di Vasto. Ci sarà, tra le tante associazioni, qualcuna che possa riportare all’antico splendore il Monumento ai Caduti? I vastesi, di ieri e di oggi, sicuramente apprezzerebbero.

Giuseppe Ritucci

 

Più informazioni su