vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Olivieri la spunta su Marcello: sarà lui il 7° assessore

Più informazioni su

VASTO – La nuova Giunta comunale di Vasto sarà composta da Antonio Spadaccini (IdV), Vincenzo Sputore, Lina Marchesani, Nicola Tiberio (Pd), Anna Suriani (Sel), Marco Marra (Federazione della Sinistra), Mario Olivieri (Giustizia Sociale).

La decisione – In tarda serata è un comunicato stampa di Luigi Marcello, di cui riportiamo il testo, a chiarire la situazione. Sarà Mario Olivieri il settimo assessore.

“A quest’ora voi tutti sapete che il mio nome figura tra quelli degli assessori che affiancheranno il sindaco rieletto Luciano Lapenna nel corso del suo mandato. Di fronte, però, al clima teso ed opprimente che si è venuto a creare in queste settimane e continua a persistere, che certamente non può essere salutare né all’attività dell’Amministrazione né al bene della nostra città che è al di sopra di ogni interesse particolare, ho deciso di rinunciare all’incarico.

In tutto questo periodo non ho voluto mai parlare delle vicende contingenti per il rispetto che mi lega a Luciano, a chi mi ha votato ed anche a chi ha voluto intraprendere con me il cammino in Giustizia Sociale, una lista civica alla sua prima esperienza che io in prima persona ed il sindaco abbiamo costruito insieme e, consentitemi, di cui il mio successo elettorale ha rappresentato inequivocabilmente il reale valore aggiunto.

Proprio per questi motivi, ho più volte detto di fronte a testimoni ed in tempi non sospetti, prima della deliberazione ufficiale della Commissione elettorale, che avevo accettato, certo con un pizzico di normale delusione, il primo verdetto che mi dava secondo nella lista per 2 soli voti e che mai e poi mai avrei presentato ricorso avverso di esso, anche perché, e questo è bene che qualcuno lo sappia, i ricorsi si possono vincere, ma anche perdere.

Con la mia decisione non intendo, sia chiaro, smettere di lavorare, e sodo, per la mia amata Vasto profondendo a piene mani tutte le mie forze, ma sono consapevole di dare un contributo decisivo al rasserenamento di tutto l’ambiente politico, sindaco in primis, ed al parto della nuova Giunta che potrà lavorare da subito e senza incertezze per il bene della nostra città nell’ottica che gli eccessivi personalismi non possono che essere deleteri.

Porgo al sindaco Lapenna, agli assessori che saranno al suo fianco ed ai colleghi consiglieri un sincero buon lavoro”. 

Luigi Marcello  – Consigliere Comunale

Le ultime notizie–  L’ago della bilancia pende verso Olivieri. C’è ancora incertezza sulla composizione della Giunta comunale di Vasto. Le trattative proseguono fino a sera. E’ ancora aperta la partita tra Luigi Marcello e Mario Olivieri per l’assessorato che toccherà a Giustizia sociale. Secondo indiscrezioni, Marcello non avrebbe firmato l’accettazione della carica di assessore, che in un primo momento sembrava destinato a ricoprire.

“Mi ha telefonato il sindaco, dicendomi che Gino non ha firmato. Sto attendendo una nuova telefonata di Lapenna”, dice Olivieri.

La riunione –  Luciano Lapenna ha comunicato ai consiglieri comunali le sue intenzioni sulla composizione della nuova Giunta.

Qualche minuto dopo le 13, si sono ritrovati in municipio tutti gli eletti. Il Consiglio è convocato per sabato alle 10. Così si aprirà ufficialmente il secondo mandato di Lapenna, che nella seduta d’insediamento annuncerà i nomi degli assessori. Oggi, intanto, li ha comunicati ai consiglieri, dopo due settimane di trattative farraginose. Richieste e controproposte. Un puzzle che non combacia mai del tutto, come dimostra il caso Giustizia sociale.

Per effetto della riforma, il numero dei consiglieri scende, nelle città delle dimensioni di Vasto, da 30 a 24. Tagliate anche le poltrone in Giunta. I componenti della squadra di governo della città possono essere, al massimo, un terzo dei consiglieri: 8, compreso il sindaco.

Antonio Spadaccini (Idv) sarà il vice sindaco. Il Partito democratico avrà tre assessori: Vincenzo Sputore, Lina Marchesani e Nicola Tiberio. Uno a testa per le altre forze politiche del centrosinistra: Anna Suriani (Sinistra ecologia e libertà), Marco Marra (Rifondazione comunista), mentre in Giustizia sociale resta aperta la competizione tra Luigi Marcello e Mario Olivieri.

Alinovi – Riccardo Alinovi, ex consigliere comunale dell’Udeur, si schiera dalla parte di Olivieri: “Nel precedente quinquennio – afferma – ha sempre militato nel centrosinistra. E’ stato capogruppo del Pd, prima di candidarsi con Giustizia sociale. E poi c’è la questione riconteggio dei voti. Per questi motivi, non vedo perché l’assessorato debba essere attribuito a Marcello, che è stato nel centrodestra fino a due mesi dalle elezioni”.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su